Gazzetta : Romanisti in trasferta tra tensioni e paure

A Empoli attesi in 3000 dalla Capitale, sfida a «rischio 4» e  con nuovi scontri, stop ai viaggi ultrà

Un particolare inquietan­te, intercettato dalla Digos na­poletana dopo i tragici inciden­ti di Tor di Quinto, spiega bene perché le trasferte dei romani­sti siano attese con la massima preoccupazione dalle autorità. Prima ancora che il 29enne di Scampia si arrendesse alle feri­te riportate nella sparatoria, i capi ultrà del Napoli, compresi il famigerato Genny ‘a Carogna e gli altri «graduati» legati alla camorra, avevano fatto arriva­re ai loro fedelissimi il seguen­te messaggio: «Nessuno si az­zardi a parlare con gli investi­gatori: vendicheremo la morte di Ciro a modo nostro, al mo­mento opportuno».

Il diktat è stato sostanzialmente rispetta­to, solo la «puncicata» al cuoco romanista di inizio luglio e un paio di risse ad agosto durante le vacanze sono sfuggite al controllo dei capi. L’allerta, perciò, è altissima, soprattutto per la possibilità di agguati na­poletani in luoghi frequentati dai romanisti.

Vietato  sbagliare  Ecco spie­gato il «livello 4» assegnato a Empoli­Roma di domani po­meriggio, prima gita fuori por­ta dei giallorossi. Il «profilo di rischio massimo» è stato scelto dall’Osservatorio sulle manife­stazioni sportive ancor prima della compilazione del calen­dario e, probabilmente, varrà anche per le prossime trasferte romaniste, almeno per un altro paio. Dopo gli incidenti del 3 maggio, il Viminale era inten­zionato a chiudere tutte le tra­sferte giallorosse della nuova stagione (dopo l’ultimo pac­chetto sicurezza è nei poteri del ministro e del suo vice). Poi, ha prevalso una linea più morbida, che ha portato l’Os­servatorio a optare per «un’apertura condizionata».

Tradotto: al primo passo falso, torneremo sui nostri passi.

Nuovo corso? Sono attesi tre­mila romanisti ad Empoli, no­nostante i tagliandi del settore ospiti (praticamente esaurito) fossero acquistabili fino a lune­dì solo dai possessori della tes­sera del tifoso e da martedì dai titolari della Roma away card. Non c’è grande rivalità tra le due tifoserie, anche se su Face­book circola l’inquietante (al momento non confermato) racconto del papà di un tifoso empolese che qualche giorno fa sarebbe stato accoltellato da un romanista a Palma di Ma­iorca. Le autorità confidano nel nuovo corso inaugurato durante Roma­Fiorentina: cur­va Sud compatta, nemmeno un insulto, nessun incidente.