Gazzetta : ECCO QUANTO SPENDONO I CLUB AL LORDO E QUANTO GUADAGNANO I CALCIATORI AL NETTO

    È la dura legge del risanamento Inter e Milan ingaggi in caloDe Rossi è il piu pagato seguito da Higuain

     

    La discesa continua. Irrefrenabile. Il monteingaggi lordo della serie A quest’anno tocca quota 849 milioni di euro, nel 2011 era schizzato a un miliardo e cento.

    Soltanto la Juventus si distingue. Anche se di poco i campioni d’Italia crescono e toccano quota 118 milioni. Incidono gli au-menti concordati e all’appello manca ancora il ritocco di Pogba, nelle prossime settimane destinato a prolungare con emolumenti pari a quelli dell’attuale leader Tevez (4,5). Il club di Agnelli può permetterselo perché i ricavi continuano ad aumentare. Su questa falsariga c’è la Roma, appena tornata in Champions. Gli introiti alle porte
    e un fisiologico riconoscimento ai protagonisti della passata stagione
    Invece le altre rivali combattono con le note difficoltà. È il caso del Milan che, sen-za Champions League, e con un fatturato in discesa, ha dovuto comprimere i costi. Rispet-to a un anno fa la contrazione è da 105 a 94 milioni. Alleggerito dai contratti di Balotelli, Kakà e Robinho, Galliani s’è potuto permette-re quello di Torres, attuale capofila con 4 mi-lioni. Una campagna acquisti senza costi per i cartellini ha dovuto comportare degli oneri per incentivare i nuovi arrivati. Un aumento compensato anche dal fatto che tutti i rosso-neri hanno perso il bonus europeo (20%). La frenata più brusca, però, è quella dell’Inter che dopo il dimagrimento a 95 milioni di un anno fa, ora è addirittura scesa sino a 70. L’ad-dio agli eroi del Triplete ha permesso quest’al-tro giro di vite indispensabile per dare respiro alla società di Thohir, ancora zavorrata da un ingente indebitamento. Cambiano di pochissimo i numeri di Napoli, Fiorentina e Lazio, vale a dire le altre protagoniste nei quartieri alti del torneo. Anche da quelle parti ha prevalso il rigore, in attesa di tempi migliori. In materia hanno tenuto le posizioni anche le emer-genti Torino e Verona, mentre va segnalata l’impennata del Sassuolo che sale a 28 (era a21). Esemplare, invece, la cura dimagrante del Parma: ora è a 20,5 rispetto all’ultimo 29,5. Più o meno stabili le altre.
    Bonus-La galleria dei bonus è vasta: ci sono quelli per le presenze, ma anche quelli per gli assist. Tutti possono sperare. Ma la serie A ha bisogno di ben altre certezze.

     

    [su_custom_gallery source=”media: 5807,5804,5803,5805,5806″ link=”lightbox”]