Gazzetta: «Dybala-Higuain, che coppia»

Palermo-Napoli di domani racchiude la sfida tra i due attaccanti argentini in gran forma

Balbo: «Il rosanero mi ricorda Montella, mi rivedo nel Pipita. Insieme farebbero grandi cose

In attesa di vederli giocare assieme – nell’Argentina o in un club – bisogna metterli a confronto perché domani sera si affronteranno di persona. Palermo-Napoli racchiude il faccia a faccia tra Paulo Dybala e Gonzalo Higuain, attaccanti all’inseguimento del connazionale Carlitos Tevez, capocannoniere del campionato. I due sono così diversi che insieme formerebbero un attacco senza eguali.

PAROLA ALL’ESPERTO Sul tema abbiamo chiesto lumi ad Abel Balbo. Argentino come i due sfidanti di domani, Balbo è stato un grande centravanti degli anni Ottanta e Novanta, prima nell’Udinese e poi nella Roma, nel Parma e nella Fiorentina. Oggi, a 48 anni, è opinionista tv e allenatore.

«Tutti e due sono molto tecnici, sanno manovrare e far giocare la squadra. Bisogna sfatare quest’immagine di Higuain solo forza e fisico, lui è completo, ha i piedi giusti. Sì, insieme farebbero grandi cose, ma non so se mai succederà nell’Argentina, che al Mondiale si è permessa di lasciare fuori uno del livello di Tevez. Higuain in Nazionale c’è già, per Dybala non sarà facile trovare uno spazio.

Questa è la fortuna e nello stesso tempo la sfortuna dell’Argentina: avere tanti attaccanti bravissimi è un punto di forza, ma obbliga a fare delle scelte, costringe a lasciar fuori giocatori che in altre selezioni sarebbero titolari». Impossibile sottrarsi al gioco dei paragoni: a chi assomigliano questi due? «Dybala mi ricorda Montella, rapidità e tecnica».

E Higuain? «No, né Batistuta né Crespo, senza nulla togliere a questi due grandi attaccanti. Lasciatemi dire che sono io a rivedermi un po’ in lui, specie per la duttilità. Noi lo consideriamo centravanti, ma Higuain, come capitava a me, può ricoprire molti ruoli. Io sono stato anche centrocampista».

CURIOSITÀ In questo campionato Dybala è il giocatore che ha segnato più gol nei primi tempi (10), Higuain il miglior marcatore dei secondi 45 minuti (7). Un dato da tenere presente.