Gargano: “Nessuna rivincita con Mazzarri e con l’Inter”

     

    L’edizione odierna de Il Mattino dedica un articolo a Walter Gargano, centrocampista del Napoli che ieri ha parlato in esclusiva a Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco quanto si legge:

     

    Un uomo solo, ma niente affatto al comando. Un centrocampista «in fuga», ma con un traguardo lontanissimo all’orizzonte: e più lui corre, più sembra che il simbolico striscione di arrivo s’allontani Walter Gargano sembrava qui di passaggio. E invece, dopo due anni lontano da Napoli, alla difficile ricerca di se stesso, l’uruguaiano ha messo nel mirino la prossima tappa: far capire di non essere uno scarto e di meritarsi il ruolo da protagonista che Benitez gli ha assegnato quest’anno. Una sfida forse gravata da un eccesso di retorica ma certo inadatta alle menti in preda al dubbio. «Con l’Inter non ho rivincite e non le cerco neppure con Mazzarri. Con lui a un certo punto ho smesso di andare d’accordo, ma ora mi importa solo del Napoli».

     

    Gargano parla a Radio Kiss Kiss. Ha deciso di dire di no a Tabarez e all’Uruguay e concentrarsi a tempo pieno sul Napoli. Nella Celeste è da tempo solo un rincalzo. In azzurro, invece, pedina importante, dopo che per troppo tempo era stato anonimo protagonista. Avrebbe fatto il muratore, come il suo papà, se non fosse diventato calciatore. Dopo questi primi due mesi di Napoli, sembra una sorta di Ercolino che compatta in sé forza ed energia. Manca ancora la sicurezza,perché le palle le recupera, ma ne perde ancora tante. Ma Rafone sembra contare su di lui, dovendo fare di «necessità virtù». Con l’Inter ritrova Mazzarri che lo ha mandato via due volte: prima dal Napoli e poi dal club nerazzurro con la scelta di Moratti di non esercitare il diritto di riscatto stabilito nel prestito.