Gabbiadini: “La maglia della Juve non l’ho mai sentita mia, felice di aver scelto Napoli! Nessuno tocchi Higuain, dobbiamo tenercelo stretto!”

Manolo Gabbiadini si confida a Radio Kiss Kiss edove, difende a spada tratta il compagno di squadra Gonzalo Higuain e dichiara di non essersi mai rispiecchiato nella maglia bianconera.

Manolo Gabbiadini è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli  per parlare del nuova forma che sta prendendo la squadra, sui compagni di squadra e della sua scelta di indossare l’azzurro:

Sul nuovo Napoli che sta nascendo

“Possiamo essere soddisfatti. Abbiamo fatto due gare e si inizia già a vedere il gioco che vuole il nuovo tecnico. Ci vorrà ancora un attimo di tempo, ma per il campionato saremo pronti”.

Sulla sua gavetta

“La gavetta è un modo per fare esperienza, a partire dal Cittadella in cadetteria ed al primo anno giocando poco in serie A. Nemmeno io credevo di iniziare così forte a Napoli, credo sia stato merito del mister, dei compagni e di tutto l’ambiente che mi ha sostenuto”.

Sull’affetto dei tifosi

“Credo sia dovuto alla mia semplicità, cerco di fare sempre il massimo e poi sicuramente avranno aiutato anche i goal realizzati.”

Sullo Juve

“Le decisioni si fanno in due, abbiamo preso una decisione insieme ed a gennaio scorso ho scelto di venire al Napoli. La maglia della Juve non l’ho mai indossata e non me la sento dentro. Sono stato io a prendere questa decisione e sono felice di averla presa”.

Sulla Posizione in campo

“Più gioco vicino alla porta e meglio è. Sin da bambino ho sempre giocato in quel ruolo, è lì che mi trovo a mio agio. Dove gioco e segno significa che sto meglio in quel ruolo.”

Su Sarri

“L’impressione è decisamente buona, nelle due partite disputate abbiamo visto un ottimo gioco, ci vorrà un altro po’ di tempo per apprendere i suoi dettami, ma per il campionato saremo pronti. “

Su Higuain

“Su Gonzalo si dicono tante cose, si parla molto dei rigori sbagliati, ma non vanno dimenticati i tanti goal decisivi che ha realizzato. Gonzalo non si tocca, dobbiamo tenercelo stretto. I rigori deve tirarli lui, al di là degli errori nell’ultimo periodo”.

Sul sfida alla sesta giornata con la Juventus

“Non importa chi affrontiamo, dobbiamo essere pronti contro ogni avversario, che sia la Juventus o un’ altra squadra”. 

Ti ispiri a qualche attaccante?

“Anche se sia siamo diversi come caratteristiche, mi piaceva molto Diego Milito. Ho cercato di rubare alcuni suoi segreti in campo”.

Hai ricevuto qualche lezione di napoletano da Insigne? E sul traffico di Napoli?

“Qualcosina, ma non sono molto bravo in queste cose. Il traffico di Napoli? Sinceramente  sono stato in città più trafficate.

Una promessa per i tifosi?

“Noi daremo sempre il massimo e suderemo sempre la maglia. Questa è la prima cosa che chiedono i tifosi. Forza Napoli!”.