G.L. Di Marzio: ‘Napoli fra Higuain e Balotelli, storia di trattative mai nate’

 

 

Balotelli segna, Higuain pure. Entrambi si sono sbloccati negli ultimi giorni dopo una lunga astinenza

 Gonzalo sbaglia poi ancora un rigore, quegli undici metri che invece Mario ha reso infallibili a lungo, prima di sprecare il primo tiro dal dischetto proprio contro il Pipita e il suo ex compagno Reina. Storia di un anno fa, circa.

Ma adesso, anzi a gennaio, davvero i due potrebbero ritrovarsi compagni di squadra? In Inghilterra, ne sono convinti, ci sono tabloid che spingono sul serio Mario in azzurro, forse perché Balo mai ha lesinato parole dolci nei confronti di Napoli. Eppure, all’anagrafe del mercato nulla è registrato con il nome trattativa.

Né tra Liverpool e Napoli, né tra l’entourage di Mario e Bigon. Nulla di nulla, zero di zero. Raiola proprio in questi giorni è in Inghilterra con il figlio, ne ha approfittato per qualche appuntamento di mercato, per esempio una cena londinese con Franco Baldini del Tottenham. Ovviamente non per Balo, eh.

Che al momento è intenzionato a restare dov’è, una scelta comunque condivisa con i Reds che sperano di vedere presto gol e prestazioni diverse dalle ultime. Gonzalo nel frattempo ha fatto il quarto in tre giorni, maledicendo però la nuova generazione di portieri italiani come Bardi e Sportiello, ipnosi di rigore.

Mancherebbe Perin, ma visto l’andazzo meglio che Higuain non lo tiri un eventuale rigore contro il “fratellino” di Buffon. Farà bene invece Benitez a concentrarsi sugli aspetti difensivi, vero problema di un Napoli che marca male (malissimo) gli attaccanti avversari e le reti subite hanno quasi sempre lo stesso marchio di fabbrica.

Denis ringrazia, la lista degli errori simili si allunga. Più  che Balotelli, quindi, al Napoli di gennaio servirà quindi un difensore. Forte, attento, furbo. Che magari sappia tirare bene anche i rigori. 

Gianluca Di Marzio (giornalista Sky Sport e cm.com)