FPF: L’UEFA PUNISCE INTER E ROMA

    FPF, l’UEFA punisce Inter e Roma: sanzione e riduzione lista per le competizioni europee fino al 2017

    L’UEFA ha deciso le sanzioni per Inter e Roma in seguito alla violazione del Fair-play finanziario: le due squadre dovranno pagare una multa e avranno liste europee ridotte.

    Lo riporta GolItalia

    L’UEFA ha deciso le sanzioni da infliggere a Inter e Roma per violazione della norma del Fair-play finanziario. I due club italiani dovranno pagare una multa e fino al 2017 avranno una lista ridotta se parteciperanno alle competizioni europee.

    Nel dettaglio, l’ Inter avrà come obiettivo il pareggio di bilancio entro il 2019 ed è condannata a 20 milioni di € di sanzione, scalati dai guadagni futuri derivanti dalla partecipazione alle competizioni UEFA. 6 milioni di € costituiscono la parte fissa, e verranno saldati in tre tranches, mentre gli altri 14 potranno essere abbuonati in tutto o in parte in base a quanto efficace sarà il risanamento.

    L’Inter si impegna ad avere un deficit non superiore ai 30 milioni di € nell’anno finanziario 2016 e il pareggio di bilancio nell’anno finanziario 2017. il numero di giocatori tesserabili nella Lista A scende da 25 a 21 nella stagione 2015/16 e 22 nella stagione 2016/17. Le restrizioni possono essere abbuonate a partire dal 2017/18 in base all’efficacia del risanamento.

    La Roma  avrà come obiettivo il break-even entro il 2018 ed è condannata a 6 milioni di € di sanzione, scalati dai guadagni futuri derivanti dalla partecipazione alle competizioni UEFA. 2 milioni di € costituiscono la parte fissa, e verranno saldati in tre tranches, mentre gli altri 4 potranno essere abbuonati in tutto o in parte in base a quanto efficace sarà il risanamento. La Roma si impegna ad avere un deficit non superiore ai 30 milioni di € negli anni finanziari 2015 e 2016.

    Il numero di giocatori tesserabili nella Lista A scende da 25 a 22 nella stagione 2015/16. Le restrizioni possono essere abbuonate a partire dal 2016/17 in base all’efficacia del risanamento.