Fiorentina – Napoli: Tutto quello che…

    " potevamo vincere una partita che potevamo perdere"

    Ehilà amici del giorno dopo, diciamoci la verità, siamo ancora “ndussecati” dalla partita di ieri, ehm, no vabbè, anche di quella di giovedì eh anche di quell’altra ancora… Essa guajiù avete ragione, stiamo un po’ troppo intossicati, partite perse o pareggiate in malo modo non servono, anche se di bel calcio, il Nostro amato Napoli ne produce tanto essa che ne produce, ma andiamo ad analizzare cosa hanno detto i vari personaggi nel pre e post gara.

    Si parte del doppio ex di turno il grande Cicciobello Baiano, che ci dice questo:“sarà una partita difficile sia per il Napoli che per la Fiorentina, gli azzurri non devono far scappare la Juventus. Il Napoli ha le carte in regola per portare a casa un risultato importante, l’eliminazione dall’Europa League non influirà nè sul Napoli nè sulla Fiorentina. La squadra di Sousa inizia a sentire la presenza della Roma che si è rilanciata nelle ultime partite. Uomo da temere? Dico Kalinic e Borja Valero nella Fiorentina ma non ci sono solo loro. I viola dovranno temere Higuain, nonostante si dica che è in crisi. Il Pipita non è brillante come un mese fa ma ha segnato 24 goal in 25 gare giocate. Juve? Si è dimostrata molto solida ed è abituata a vincere anche nelle difficoltà, hanno una mentalità di ferro. Questa sera sarò al Franchi, mi auguro di vedere una bella partita”. Beh caro Ciccio, il tuo politically correct è corretto assai… ma… non basta! 😉

    Prandelli è un altro che tiene in equilibrio i due piatti della bilancia e dichiara questo:“La vittoria deve cercarla anche la Fiorentina. La partita può riaprire uno scenario straordinario e non solo per il terzo posto. Troveremo un Napoli ferito e dunque anche più vulnerabile. Se fossi la Fiorentina mi giocherei il 100% di tutto, con aggressività”  ma poi stranamente il discorso arriva alla piAga Juventus, ah pardon, mi son sbagliato, volevo scrivere piEga:”la Juventus vive una situazione diversa rispetto a tante. Lì i giocatori hanno una società onnipresente, con dirigenti che assistono quotidianamente agli allenamenti, che si confrontano con l’ambiente e trasmettono il loro esserci. In un contesto simile i giocatori si sentono più tutelati.” beh, giustamente, una società che stipendia gli arbitri, grazie che i calciatori si sentano più tutelati, e con questa frase salutiamo il pre-partita, insieme ai vari Bonucci e Zaza e affrontiamo il post!

    E lo facciamo subito con il Portierone Azzurro Peppeniello Reina che dopo il match “abla” così:“Si continua a lavorare, non è facile vincere a Firenze. Le prestazioni ci sono state. Abbiamo giocato con Villarreal, Juventus, Milan e Fiorentina. Sono squadre forti. Il livello del campionato italiano è alto. E’ un punto importante per noi. Cosa dico a Higuain? Ci ha dato il gol del pareggio, sarà contentissimo perchè ha giocato bene. Mancano 11 partite, si gioca sabato. Se vinciamo andiamo avanti. Ci sono gare importanti da giocare, non si molla, la Juventus ha la Champions. Un poco di culo ogni tanto ci vuole”. E la sera scorsa di culo lui ne ha avuto un bel po considerando i pali e traverse, beh lui è devoto di San Palo, ah pardon… Paolo!

    “Abbiamo fatto un buon approccio alla partita. Non abbiamo mai fatto giocare il Napoli. C’è stata una buona verticalizzazione, un buon possesso. I diffidati non sono stati ammoniti? Abbiamo voglia di giocare sempre. La sfida con la Roma vale il doppio. Borja Valero? Giocatore fondamentale per noi, per le nostre transizioni offensive”. Forse dalla panca Viola il buon Paulo Sousa avrà visto un altra partita, Dimenticando i miracoli di Tatarusanu ma va bene così, gli vogliamo bene lo stesso!

    In effetti cari amici, riportando quanto dice un nostro  tifoso azzurro:“potevamo vincere una partita che potevamo perdere” 

    Alla prossima è stateve bbuon!