La Figc vuole portare la Nazionale in uno stadio che celebra scudetti mai vinti

     

    L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport riporta la sede dove si giocherà Italia-Inghilterra del 31 marzo: Torino. Ma sarà giocata al Comunale o allo JS? Ecco quanto si legge:

     

    Olimpico o Juventus Stadium? Lo decide il Comune di Torino. ItaliaInghilterra del 31 marzo del 2015 si giocherà comunque a Torino, ma la sede la sceglie chi paga. In questo caso l’amichevole di lusso si giocherà sicuramente dove anche il precedente presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete, aveva promesso. L’occasione è importante: Torino è capitale europea dello sport del 2015 e merita di avere un grande evento calcistico. «Siamo felici di tornare con la Nazionale a Torino, l’invito dell’Amministrazione, con la quale stiamo lavorando, risale alla passata presidenza e ha l’obiettivo di legare la maglia azzurra all’importante vetrina europea di capitale dello sport 2015», ha detto alla Gazzetta dello Sport il presidente Carlo Tavecchio.

     

    Gli spifferi parlano di animi accesi: da un lato l’imbarazzo di andare in uno stadio dove gli scudetti segnati sono diversi da quelli «ufficiali» (la Figc), dall’altro una società (la Juve) che è sempre stata contro Tavecchio e aspetta un’altra eventuale occasione per replicare. Ma la Federcalcio, se si dovesse giocare allo Juventus Stadium, ritiene che possa essere l’occasione per iniziare a sedersi intorno a quel tavolo per risolvere ogni contenzioso esistente tra Figc e Juventus. Insomma un modo per far ripartire un dialogo troppo spesso tentato ma quasi sempre interrotto sul nascere. Un contenzioso ancora aperto anche nelle aule giudiziarie dove i bianconeri chiedono un risarcimento di circa 450 milioni.

     

     

    Sarà molto curioso veder giocare la Nazionale in uno stadio che celebra due Scudetti mai assegnati (perché mai vinti) dalla Federazione, storie di ordinaria follia per il calcio italiano e per una federazione ormai allo sbando!