Ferrario a Radio Marte: “L’allenatore non c’entra, poco carattere nello spogliatoio”

    Moreno Ferrario ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Marte nel corso di Marte Sport Live. Ecco quanto evidenziato da Napoletanosinasce.com

     

    “A questa squadra manca un po’ di cattiveria, sul 2-0 bisognava gestire meglio la partita, in questo modo diventa inutile battere la Roma se poi si buttano via i punti con le piccole. Juventus e in parte anche la Roma hanno quel carattere che manca al Napoli, non è un problema dell’allenatore ma di spogliatoio, bisognerebbe fare il salto di qualità anche in questo senso.

     

    E’ capitato anche a me nella mia carriera, quando ho cominciato a vincere ho imparato anche a portare le partite a casa nei momenti difficili, a me sembra che ci siano troppi problemi caratteriali nello spogliatoio del Napoli.

     

    Difficilmente provavo il dribbling quando avevo il pallone tra i piedi, nonostante avessi una buona tecnica. E’ vero che l’allenatore vuole tenere il possesso del pallone ma non è possibile che un giocatore come Koulibaly non abbia la personalità per capire che quel pallone va buttato via, io ho presi dei fischi nella mia carriera ma non ho mai preso rischi del genere, nonostante l’allenatore mi dicesse di fare altro, in campo ci va il giocatore, che poi deve avere la personalità di spiegare all’allenatore il perché di alcune scelte. Io con i piedi ero più scarso di Koulibaly, anche Krol gettava il pallone in tribuna a volte! L’area di rigore è territorio rosso, te lo insegnano da ragazzino”.