Fair play finanziario: Inter e Roma nei guai

    La UEFA sarebbe in procinto di mandare degli avvertimenti ad Inter e Roma in materia di fair play finanziario.

    La condotta dei due club non sarebbe in linea con i dettami che impongono alle società calcistiche di rispettare i parametri nei rispettivi bilanci, con il massimo organismo europeo che intende ricevere delle spiegazioni sulla presunta violazione di alcune norme.


     

    NERAZZURRI IN ROSSO – Un pò a sorpresa sarebbe proprio l’Inter a dover fare i conti con la situazione più complicata: nonostante una campagna di austerity volta ad abbassare il tetto ingaggio della compagine nerazzurra oltre che l’età media della rosa, la squadra presieduta da Erick Thohir ha fatto registrare un bilancio di 85 milioni di euro di passivo lo scorso 30 giugno, bilancio che verrà ufficializzato nel cda in agenda per fine ottobre. Il fatto di non prendere parte ad alcuna competizione europea ha fatto si che l’Inter venisse “sgridata” solo adesso, mentre in estate i vari Manchester City, Paris Saint-Germain e Zenit San Pietroburgo hanno avuto la scomoda precedenza.

    ROMA SPENDACCIONA – Si prospetta una sanzione pecuniaria che comunque non dovrebbe essere gravosa come i 60 mln di multa comminati a Man City e PSG e lo stesso potrebbe accadere con la Roma, protagonista di un grande mercato e che ha ceduto Mehdi Benatia al Bayern Monaco per 28 mln di euro, ricavato che non basta ai capitolini per evitare il rosso in bilancio.

    MDC