Fantamercato: “Napoli, abbassa il tiro”

Fantamercato Napoli abbassa il tiro

Tra rifiuti e trattative fantasma conviene volare basso.

Di: Jhonny Green

Mai nome fu più azzeccato per una rubrica dedicata al calciomercato 2016 del Napoli. In Fantamercato abbiamo parlato di molti giocatori, ma per ora l’unica trattativa conclusa resta quella di Tonelli. A rendere questa situazione deprimente non è il numero di acquisti ma quello dei rifiuti. A quanto pare c’è qualcosa a(l) Napoli di così negativo, da far sembrare la Champions League una competizione qualsiasi, anche per chi fa la prima annata buona a 26 anni, e per giunta in Serie B. In poco più di 10 giorni abbiamo letto del presunto rifiuto di Vecino, di Zielinski, che preferisce il Liverpool senza Champions, e i virgolettati di Vrsaljko che non voleva la maglia azzurra per vestire quella dei colchoneros.
E allora?! Cosa deve fare la società per rinforzare la rosa?
Semplicemente avviare trattative verso chi davvero vuole giocare a Napoli per il Napoli.

Ho scelto tre nomi perfetti per il club azzurro: costano poco, non fanno problemi se lasciati in panchina e, soprattutto, sono pronti a cedere i diritti d’immagine senza fare troppe storie. Hanno tutti dai 22 ai 25 anni e ricoprono i ruoli in cui il Napoli ha bisogno di rafforzarsi.
Anche se a Gennaio non era del tutto chiaro che il Napoli avesse bisogno di sostituti di livelli a metà campo, appena perso lo scudetto, ADL e Giuntoli, hanno subito cercato un grande centrocampista da portare in azzurro. Dopo aver trattato Andrè Gomes e Klaassen, con scarsi risultati, si “Piomba su Ionita“. Il centrocampista in forze all’Hellas è il mediano di cui il Napoli ha bisogno. Nell’anno del ritorno in Champions, la cosa migliore da fare è prendere un giocatore con zero presenze in Europa e appena 49 in Serie A. Ionita vanta 6 goal e 6 ammonizioni in 51 presenze con i gialloblu, 4 assist e nessuna espulsione. Quest’anno è partito 27 volte come titolare, ma la sua media stagionale non è arrivata al sei. Sistemato così il centrocampo, possiamo dedicarci a un altro ruolo.
Con il senno di poi, fare 3 anni di contratto a un 33enne non è stata una buona idea, così ci si ritrova con il solo Hysaj sulla destra. Per competere su tre fronti servirà qualcuno che possa far rifiatare l’ottimo Sonic. La soluzione arriva dal Carpi: Gaetano Letizia è nato a Napoli e sogna di giocare per i colori azzurri. Il ragazzo sa fare sia il terzino destro che il sinistro e all’occorrenza anche il centrale. La sua prima stagione nella massima serie gli ha regalato la gioia di un goal e due assist. Castori si è affidato molto a lui, schierandolo 33 volte negli undici iniziali e il numero 3, cresciuto a Scampia, non ha mai deluso. Certo, se paragonato a Dani Alves o Alex Sandro troviamo qualche differenza, ma con un allenatore come Sarri può solo che migliorare.
Il fattaccio che ha visto Koulibaly protagonista ha davvero dell’incredibile. E’ assurdo che uno dei migliori difensori d’Europa chieda un ritocchino sul contratto per restare a Napoli; ma fortunatamente, “il poverino“, sarà costretto a pagare milioni di euro di multa alla società. Questa situazione potrebbe allontanarlo definitivamente e ciò creerebbe un problema, data la scadenza di contratto di Albiol prevista il prossimo anno. Quando si fa una buona programmazione queste cose non succedono, ma la mancanza di rispetto del giovane K2 è stata un fulmine a ciel sereno. Se bisogna prendere un centrale, allora meglio andare a Frosinone e comprare Ajeti. Per lui “garantisce Hysaj” visto che sono compagni di Nazionale, un pò come Hamsik raccomanda Duda a Giuntoli. Il 22enne albanese ha vinto 3 campionati e una Coppa di Svizzera con il Basilea, collezionando 9 presenze in Europa (davvero tanto per un ragazzo del ’93). Il Frosinone è la peggior difesa della Serie A, con 76 reti subite in 38 gare, ma Ajeti è titolare solo 15 volte, mentre in altre 19 occasioni Stellone non lo utilizza. Nella partita contro la Francia si è opposto con successo a gente del calibro di Giroud e Martial… la cosa strana è non esserci riuscito contro Bianco e Sardo…

Che c’è?! Questi nomi non vi hanno esaltato?! Vi state chiedendo che fine abbiano fatto i grandi nomi e i Top Club?! Strano. Alla fine sono ragazzi che farebbero di tutto per giocare nel Napoli e che non rifiuterebbero un contratto di centinaia di pagine e con decine di clausole. Eppure avete l’amaro in bocca. E sapete perchè? Perchè siete dei Tifosi, non dei finti buonisti incastrati nel ruolo di ragionieri. Amate la vostra squadra e la sognate vincente, sapendo perfettamente che per farlo servono acquisti all’altezza, un progetto e una programmazione seria. Fortunatamente è Fantamercato, ma per una realtà come quella napoletana è giunto il momento di svegliarsi e realizzare qualche fantasia…