Eurosport celebra Higuain: Dalle stalle alle stelle”

    Eurosport celebra Higuain: Dalle stalle alle stelle

     

    Eurosport popolare canale televisivo europeo, celebra Gonzalo Higuain.

    Il sito dell’emittente sportiva europea ha pubblicato un articolo a firma di Nico Bastone in cui si celebra il record storico del Pipita Higuain:

    Circa un anno fa, di questi tempi, Gonzalo Higuain era il calciatore più discusso del calcio italiano. Il Napoli era sotto 0-2 in casa contro la Lazio per lo spareggio Champions e si avviava inesorabilmente verso la fine di una stagione abbastanza disastrosa.

    All’improvviso un lampo, anzi due, del campione con la maglia numero nove. Higuain fa doppietta e riaccende le speranze dei 50.000 del San Paolo. Sembra fatta, basta poco per vincere la partita, basta poco per andare in Champions. Quella Coppa dalle grandi orecchie che ad agosto era sfumata a Bilbao, contro l’Athletic.

    Siamo sul 2-2 e al Napoli viene fischiato un calcio di rigore. Sul dischetto si presenta proprio il Pipita. Proprio lui, che con i rigori non ha mai avuto un gran feeling. Ma è suo dovere presentarsi sul dischetto.

    Higuain alla fine non segnerà, il Napoli perderà la partita e scivolerà al quinto posto. Dal paradiso all’inferno, per colpa di un rigore. Il numero nove dei partenopei verrà preso di mira da tutti: tifosi, giornalisti, opinionisti, stampa e chi più ne ha più ne metta.

    A fine stagione voleva andare via. Grazie a Sarri è rimasto a Napoli e si è preso la sua rivincita a suon di gol e doppiette, portando il Napoli a lottare per lo Scudetto e in Champions League.

    Contro il Frosinone mancavano due gol reti per eguagliare il record storico di Nordahl. Higuain ha fatto ancora meglio. Ha fatto suo quel record con una tripletta. E’ entrato nella storia del calcio italiano.

    Il terzo gol è da antologia. Al San Paolo erano tutti in piedi ad ammirare questa prodezza, nessuno poteva crederci. Nemmeno i telecronisti di Sky. Gonzalo è riuscito a sconvolgere proprio tutti e ora si gode questo momento e gli applausi di quel pubblico e quella stampa che solo un anno prima gli puntavano il dito contro.

    A giugno ci sarà la Copa America Centenario, il Pipita avrà l’occasione di rifarsi e di vincere quel trofeo che un anno prima aveva perso malamente per un gol sbagliato a porta spalancata e per un rigore -l’ennesimo- sbagliato.