EURONAPOLI: al San Paolo è sempre una festa del gol

EURONAPOLI :

Gli azzurri vanno a segno al San Paolo da due anni Striscia positiva di 14 partite con 34 reti realizzate

Rassegna Stampa-Corriere Dello sport:

L’ultima partita a secco nel 2013 col Viktoria Plzen poi undici vittorie e tre pareggi Higuain è arrivato a undici centri Mertens a cinque quattro per Callejon e De Guzman.

Si scrive Napoli e si rilegge una storiella tutta d’un fiato, cominciata nel settembre del 2013 con il Borussia Dortmund, poi vissuta in varie tappe attraverso i brividi della Champions ma anche di questa cara, vecchia Coppa Uefa.

Il film del gol del biennio a luci azzurre lascia partite i titoli di coda in Napoli-Borussia Dortmund e in quel 2-1 contro i vice campioni d’Europa c’è la statura di Higuain (che ne ha segnati undici), il talento d’Insigne (punizione all’incrocio e poi un altro graffio con lo Swansea), un cordone che collega quell’epoca a questa, nata travolgendo il Bruges.

 

Però prima della «manita» c’è (altra) materia per gli esteti del football, scherma calcistica che va a miscelarsi con i rimpianti, l’autorevolezza del Pipita che è (ovviamente) il capocannoniere di quest’era e pure la voracità di Mertens (che è arrivato a cinque reti complessive), la spavalderia di Callejon (che ne ha fatti complessivamente quattro), la curiosa esplosione di De Guzman (pure lui a quota quattro, con una tripletta a condire la sua brevissima esperienza).