ESCLUSIVA – Partenope C5, mister Di Iorio: “La gara di andata sarà fondamentale, i nostri calcettisti sono tutti napoletani? Scelta dovuta al senso di appartenenza verso la nostra città!”

    Il tecnico della compagine partenopea in esclusiva ai nostri microfoni

     

    E’ l’antivigilia dell’andata dei play-out del campionato di Serie A2 di futsal, una gara che potrebbe rivelarsi importantissima per il futuro della Golden Eagle Partenope.

    La compagine nero-oro è pronta ad affrontare la trasferta di Matera, dove sfiderà la Libertas Eraclea, formazione che, come i napoletani, ha chiuso la stagione regolare a quota 20 in graduatoria. 

    Mister Augusto Di Iorio vuole regalare la salvezza ai sostenitori partenopei: bisogna ben figurare in terra lucana per giocare con maggiore tranquillità il ritorno a Monteruscello.

    Mister, sabato va in scena il primo round dei play-out: che insidie nasconde la partita in programma nella tana degli scanzanesi? “Ci giochiamo l’intera stagione in 80 minuti. I primi 40 saranno i più insidiosi, loro daranno il massimo tra le mura amiche, ma noi cercheremo di esprimerci al meglio delle nostre potenzialità”.

    I rossoneri non hanno mai vinto nel girone di ritorno, ma possono vantare in rosa futsaleri importanti quali Zancanaro e Dipinto. I punti di forza della Libertas? “Sono giocatori di qualità ed esperienza per i quali nutriamo grandissimo rispetto. Sono bravi nella difesa degli spazi e pericolosi nelle ripartenze”.

    Antonio Campano è arruolabile per il primo atto della finale? “Antonio sicuramente non sarà disponibile per sabato, ma proveremo a recuperarlo per il ritorno. Si sta sottoponendo a immensi sacrifici per rientrare, la sua assenza è stata pesantissima”.

    La vostra rosa è composta da tutti calcettisti napoletani. A cosa si deve questa scelta? “E’ dettata da un profondo senso di appartenenza, sia mio che societario, verso la nostra città. Aver dato la possibilità a tanti giocatori di disputare un campionato così importante è motivo di vanto. La scorsa settimana, quando disputammo l’incontro col Catanzaro, i giallorossi hanno giocato per pochi giri di lancette con 5 catanzaresi in campo, ed il loro pubblico ha assistito in piedi a quei minuti. Anche se noi abbiamo a disposizione un bacino più ampio da cui attingere talenti, è da inizio stagione che portiamo avanti questa politica, e ne siamo fieri”.

    Il suo saluto ai tifosi? “Li abbraccio tutti, faremo di tutto per restare in Serie A”.