ESCLUSIVA – Golden Eagle Partenope, la gioia del d.g. Rotondo: “La salvezza una soddisfazione immensa, l’anno prossimo vogliamo toglierci qualche soddisfazione in più”

    Il dirigente della società nero-oro in esclusiva ai nostri microfoni

     

    Una salvezza sudata, conquistata con immensi sacrifici, senza mollare mai la presa, giocando sempre a testa alta nonostante gli infortuni che hanno decimato la rosa della compagine napoletana da inizio stagione: la Golden Eagle Partenope affronterà anche nell’annata 2015/2016 il difficile e competitivo campionato di Serie A2.

    Uno degli artefici dell’impresa nero-oro è Massimo Rotondo, direttore generale della società di patron Cerrone e, da diversi anni, punto di riferimento del futsal regionale. 

    Direttore, cosa significa per voi raggiungere la salvezza nella seconda serie nazionale con soli calcettisti campani? “Aver mantenuto la categoria è motivo di grande orgoglio. Non è stato semplice, ma raggiungere quest’obiettivo esclusivamente con futsaleri della nostra regione accresce in maniera esponenziale la nostra soddisfazione. Voglio rimarcare il fatto che questa società è nata solo nella scorsa estate. Inoltre, mi complimento con i ragazzi dell’Under 21 che, superando il Cisternino negli ottavi di finale dei play-off scudetto, sono entrati tra le prime 8 formazioni italiane, con la possibilità di giocarsi l’accesso alle semifinali”.

    Il momento in cui ha capito che sareste rimasti in A2? “Troppo semplice rispondere dopo la vittoria per 9-1 in casa della Libertas Eraclea nell’andata dei play-out, ma la percezione l’ho avuta molto prima visto che dal mese di gennaio la vittoria tardava ad arrivare, ma osservavo il gruppo allenarsi con la massima abnegazione. Per questo aspetto, voglio fare i complimenti a mister Di Iorio e al suo staff, bravissimi nel mantenere alto l’umore del roster anche e soprattutto nei momenti di difficoltà”.

    L’obiettivo della Partenope per la prossima stagione? “E’ giusto pensare a disputare un campionato diverso da quello appena terminato, magari con qualche soddisfazione in più. Non soffriremo fino alla fine. Vogliamo consolidarci puntando a posizioni di maggior prestigio”.

    E’ un’utopia pensare di raggiungere l’altra squadra di Napoli in massima serie nel giro di qualche stagione? “Conosco la società e la sua ambizione, ma in questo momento saremmo presuntuosi nell’affermare che vogliamo la Serie A. Ora ci godiamo ciò che abbiamo conquistato con grande sudore e caparbietà”.

    Il gruppo verrà riconfermato in toto? “Lo spogliatoio è stato il valore aggiunto di questa squadra. Il trainer è stato bravissimo nel far remare tutti in una direzione univoca. In questo momento non posso rispondere con chiarezza a questo quesito, in quanto la prima squadra ha terminato il suo campionato solo sabato, mentre l’Under 21 è ancora in corsa per le semifinali dello scudetto di categoria. Quando la stagione sarà terminata, mi incontrerò con presidente e mister e pianificheremo il futuro, sempre per il bene della Golden Eagle Partenope e dei ragazzi”.

    Il suo saluto ai tifosi? “Li ringrazio tutti. Anche se non sono numerosissimi, non ci hanno fatto mai mancare il loro calore. Vogliamo catturare quanti più simpatizzanti è possibile, magari cambiando l’orario delle gare interne per non accavallarci con i tornei regionali”.

    Fonte foto: punto5.it