Il paradosso dell’esclusione del Napoli dalla superlega europea

    esclusione del Napoli

    Il paradosso dell’esclusione del Napoli.

    Superlega europea: l’idea che fu di De Laurentiis rischia di concretizzarsi ma il Napoli potrebbe restarne fuori, nonostante sia l’unica squadra italiana da sei anni stabilmente in Europa.

    In inghilterra  ne sono convinti: si sarebbero gettate le basi per creare una nuova Superlega europea, indipendente dall’Uefa, alternativa alla Champions e ai campionati nazionali.
    L’idea è ben nota a Napoli, quando il presidente De Laurentiis ne parlava, non tutti riuscivano a comprenderne il senso.

    Esclusione del Napoli

    Il paradosso è che, il Napoli che pure era statoprecursore e dunque favorevole all’idea, non rientrerebbe nei club italiani che avrebbero i requisiti per far parte della Superlega. Nonostante la maggiore crescita nel ranking, il progetto prevede una Superlega da 20 posti, di cui 15 garantiti: cinque destinati all’Inghilterra, quattro alla Spagna, due a Germania, Italia e Francia.
    Le squadre italiane sarebbero individuate in base al fatturato, alle strutture, alla storia e alla tradizione. Juventus, Inter e Milan ci sarebbero di diritto. E sono già tre.

    Il Napoli di De Laurentiis per ora non ha tutti i requisiti e quindi resta fuori, come del
    resto anche la Roma.

    Sul calcio del futuro si prevedono guerre.

    Fonte: corrMezz.