ECCO TUTTI I GUADAGNI PRESENTI E FUTURI DELLE ITALIANE IN EUROPA LEAGUE

    Europa League: ecco quanto hanno guadagnato (e potrebbero guadagnare)  le italiane

    Che l’Europa League fosse una competizione più ‘povera’ rispetto alla sorella maggiore, la Champions, si sapeva: basti pensare che la vincitrice dell’ex Coppa UEFA guadagna al massimo 9,9 milioni di euro (esclusa la quota di mercato per i diritti tv), mentre chi solleva il maggiore trofeo continentale porta a casa quasi 40 milioni di euro soltanto di premi UEFA, senza considerare, anche qui, la ripartizione dei diritti tv con le altre squadre della propria Federazione. Le quattro italiane ai gironi hanno già incassato tutte 1,3 milioni di euro.

    A questi vanno aggiunti 400.000 euro per chi si è qualificata ai sedicesimi al primo posto (Inter, Napoli e Fiorentina) e 200.000 per chi è arrivata seconda (Torino).

    La squadra di Ventura ha incassato inoltre ulteriori 140.000 euro per la partecipazione al terzo turno preliminare (per gli spareggi il compenso è previsto solo in caso di sconfitta). Ai bonus di ingresso e a quelli per il piazzamento finale, vanno aggiunti i pagamenti per vittorie (200.000 euro) e pareggi (100.000): quindi, alla Fiorentina, al Napoli e all’Inter vanno 900.000 euro, mentre al Torino 800.000.

    Per la partecipazione ai sedicesimi, tutte le squadre italiane guadagneranno un bonus di 200.000 euro, compresa dunque la Roma che inizierà a febbraio il cammino in Europa League.

    E dopo?  Le squadre agli ottavi riceveranno 350.000 euro, le otto ai quarti 450.000 euro e le quattro semifinaliste riceveranno un milione di euro. Chi vincerà l’Europa League avrà 5 milioni di euro, mentre la seconda classificata avrà una ricompensa di 2,5 milioni di euro. Cifre estremamente inferiori a quelle della Champions, ma somme importanti che le squadre italiane vogliono incassare. E fino ad adesso? Quanto hanno guadagnato? Chiudiamo tirando le somme: la Fiorentina, l’Inter e il Napoli hanno guadagnato 2,8 milioni di euro, il Torino circa 2,64 milioni di euro. Cifre a cui andranno aggiunti i soldi ricavati dai diritti tv, circa 20 milioni di euro da dividere fra le squadre italiane a seconda del cammino europeo. L’Europa continua, un occhio al campo e l’altro ai conti. Differenza abissale rispetto alla Champions, le cifre sono queste.

     

    FONTE :Guido Barucco, GLD.IT