Ecco l’esercito degli svincolati

    I SENZA CONTRATTO

    OCCASIONI A COSTO ZERO

    Scrive: Alessandro Russo sulla Gazzetta

    Fa un certo effetto: Aquilani, Bonera, Campagnaro, Pazzini, Pizarro, Ledesma, Morganella, Pepe, Conti, Cossu da oggi sono ufficialmente senza squadra.

    Inseguono ancora sogni milionari, ma è più facile che debbano accontentarsi di continuare a giocare.
    La crisi impone sacrifici e sforbiciate. 

    Nomi altisonanti e gregari capaci di dare quantità.
    Tutti iscritti alla giostra delle opportunità e delle soluzioni che possano aprire nuove opportunità e nuovi cicli. Una lunga serie anche di potenziali disoccupati.

    MILAN

    Chi saluta con ambizioni importanti è Giampaolo Pazzini, utilizzato poco da Inzaghi al Milan.

    Il Pazzo ambisce a dimostrare di avere ancora colpi in canna e gol da mettere negli annali. Il contatto con il Verona dove potrebbe ricongiungersi con Luca Toni è più di un’idea.

    Daniele Bonera ha tanti estimatori (Verona compreso), perché il difensore lo cercano in molti. Basta trattare sui soldi, perché tutto è lì.

    LA PATTUGLIA VIOLA

    Dopo vari colloqui con i vertici viola Alberto Aquilani e la Fiorentina si sono detti addio. Lui, in vacanza a Formentera, si è affidato ad Andrea D’Amico. Sogna l’America o una bella Italia.

    I piedi di velluto di Pizarro non disegneranno l’erbetta del Franchi e la rotta del ritorno in Cile è un’opportunità concreta. I Santiago Wanderers propongono un biennale, ma l’accordo
    va ancora definito nei dettagli.

    PEPE E CAMPAGNARO

    A volte succede che le strade si riannodino. E’ il caso di Simone Pepe che, risolto positivamente il calvario di un lungo infortunio, dopo un finale positivo con la Juventus, si è offerto all’Udinese.
    Contatti avviati in attesa della fumata bianca.

    Ci sono pure gli interisti in cerca di collocazione. E’ il caso di Hugo Campagnaro, cercato da Verona e Palermo e stuzzicato da un’avventura americana nell’MLS.
    Dopo la riabilitazione alla Pinetina, c’è Jonathan in carca di una nuova maglia, come Felipe che ha una buona offerta dalla Dinamo Zagabria, ma è stimato da Mancini e potrebbe trovare un altro anno all’Inter.

    PARMA

    Dal fallimento del Parma è partito un Sos, ma anche un jolly importante per tanti club. Partendo da chi una squadra potenzialmente l’ha trovata.

    E’ il caso del talentino argentino Jose Mauri già bloccato dal Milan, passando ai 194 centimetri di potenza del bomber Alberto Cerri oramai scritturato dalla Juventus che lo girerà in prestito (Carpi in pole). Ci sono poi i casi di Raffaele Palladino, dell’emergente Lapadula e di Massimo Coda.

    Dal retrocesso Cagliari sono in cerca di un posto al sole il capitano Daniele Conti (vuole l’estero), il fantasista Cossu e il difensore Pisano. Ma anche lui potrebbe lasciare l’Italia. Dove può, invece,
    restare il fantasista ex Cesena Brienza: gli ha fatto un’offerta il Frosinone.

    MUNOZ-LEDESMA E GLI ALTRI

    Il difensore argentino Munoz, dopo una buona stagione alla Sampdoria, ha avuto un contatto con l’Atalanta (senza accordo). Proprio a Bergamo ipotesi dirigenziale per il capitano Bellini, dopo 18
    anni sul campo.

    La Lazio saluta Ledesma ci sarebbe una chance con Bologna e Atalanta e una proposta dagli Usa. Mauri dovrebbe rinnovare alla Lazio, ma c’è qualche perplessità legata all’età: 35 anni.

    Ciani dalla Lazio verso il Panathinaikos.

    Quale sarà il destino di Borriello? Balzaretti ha parlato col Chievo, ma intanto ha creato una scuola calcio a Roma. Da Roma attende news pure il portiere Curci, da Bergamo sogna un riscatto l’ex viola Andrea Lazzari. Da oggi si salvi chi può