Eccezionale scoperta nel cuore di Napoli

NAPOLI SOTTOSOPRA

Di: Gabriella Cundari

Via dei tribunali ancora ricca di segreti

Nel cuore di Napoli, in maniera molto inusuale, sono stati rinvenuti resti di un monumentale complesso di età tardo repubblicana (II sec. a. C.) con decorazioni parietali del IV stile e quasi sicuramente connesso ad un ritrovamento antecedente e andato perduto, avvenuto durante i lavori del Risanamento.

Si tratta di strutture di età Flavia (68-69 d.c) in opera laterizia, pareti in opera reticolata e un imponente ambulacro, in laterizio, disposto ortogonalmente al decumano maggiore (via dei Tribunali).

Il rinvenimento di un ipocausto non può che confermare la pertinenza ad un impianto termale. Da un ampio salone si accede ad un altro ambiente a forma rettangolare diviso in due da un muro di epoca successiva. Sul lato sinistro si evidenzia un pavimento a mosaico, realizzato a tessere bianche e nere, poste in modo da formare una raffigurazione a motivi geometrici, racchiusa da una doppia fascia a tessere bianche.

Alla parete di fondo, presumibilmente in opera laterizia, si appoggia una struttura muraria che si sovrappone in parte al pavimento a mosaico, segno che si tratta di un intervento di epoca successiva. Entrambe le strutture sono rivestite da una decorazione pittorica con zoccolo a motivi vegetali, su fondo rosso, inquadrabili nel IV stile. L’ambiente era chiuso da una struttura in opera reticolata, individuata in un altro ambiente dell’edificio.

Dall’ampio salone si accede ad un altro settore, parallelo al corridoio di accesso, costituito da una serie di ambienti in opera laterizia o laterizia con specchiature in opera reticolata e copertura con volta a botte.

L’identificazione funzionale di questi ambienti, prospicienti ai primi visitati, è incerta.


Foto: Dante Caporali
©Riproduzione Riservata.
Da Agendaonline.it, Regione Campania,Wikipedia et Al.