E’ un gran Napoli!

di Giuseppe Libertino

Il Chievo arriva in ritardo al San Paolo ma segna subito. Shootout di Nicola Rigoni che approfitta dello svarione di Vlad Chiriches e la poca stabilità di Pepe Reina per regalare una gioia ai 28 tifosi gialloblu giunti da Verona. Ottima idea quella di godersi il sole di Napoli in questo freddo weekend a casa loro.

Dopo Rigoni, segue un monologo azzurro: 26esima rete dell’assoluto punto di riferimento azzurro Gonzalo Higuaín e riscatto di Chiriches che sfrutta uno studiatissimo schema da calcio d’angolo lanciato da Jorginho per portare in vantaggio gli azzurri di mister Sarri. Lo marcava Rigoni. Vlad nel bene e nel male: perdonato.
È un assedio, il Chievo non la tocca quasi più, Bizzarri diverse volte. Sprazzi di gran calcio ed almeno dieci azioni da gol in 45 minuti. 74% di possesso palla: i numeri che piacciono a Sarri.
Hamsik, Lopez e Ghoulam in gran spolvero.

Nella ripresa la chiude Callejón: servito da un gran taglio di Allan, con un perfetto inserimento, anticipa Bizzarri e partita agli atti. Tre reti ad una.
Quasi sempre criticati, stasera l’arbitro Di Bello e compagnia bella hanno diretto la gara perfettamente.


Il Napoli torna in vetta a 61 punti. C’è anche la Juventus. Con una partita in meno ed una vittoria in più. La signora va a Bergamo, non è più l’Atalanta del girone d’andata, vedremo domani quanta voglia avrà di far bene tra le mura amiche. Vedremo anche come staranno i bianconeri post sofferente vittoria ai rigori in coppa Italia contro l’Inter.


Palermo, Udinese, Genoa e Verona saranno le prossime agevoli (in teoria) avversarie del Napoli prima dell’ostica trasferta di Milano contro l’Inter. Tutte da vincere anche perché la curva ha lanciato un messaggio forte e chiaro: “Voi avete i co… per diventare campioni”
Countdown: -10.