Dybala “gela” Conte: “L’Italia è grande, ma sogno l’Argentina”

    L’attaccante del Palermo è indeciso sulla possibilità di vestirsi d’azzurro

     

    Da graditissima novità a ‘miraggio’, quello tra Paulo Dybala e la Nazionale italiana sembra destinato a restare un matrimonio mai divenuto realtà. Lo lascia intendere l’attaccante del Palermo, che Antonio Conte spinge in chiave azzurra, ma ‘accecato’ dall’Argentina.

    E’ con l’Albiceleste che la ‘Joya’ vorrebbe giocare, così si evince dal suo pensiero espresso a ‘Repubblica’:“Con Conte non ho parlato direttamente di questo, ma non è facile decidere. L’Italia ha una grande tradizione. Ha vinto quattro volte il titolo mondiale”. Ma… “Sono nato là e mi sento argentino. Quando giocavo da bambino sognavo la Nazionale argentina”.

    Una cosa è certa, Dybala non dirà mai ‘sì’ alla Polonia (il nonno paterno ha quelle origini e dunque sarebbe convocabile): “Boniek ha detto che vuole solo gente che sappia cantare l’inno e il polacco è troppo difficile…”, ha scherzato il ‘gioiellino’ rosanero.

    L’avvio in Sicilia non è stato dei migliori: “Ho dovuto cambiare vita, adeguarmi a un calcio diverso, imparare una lingua nuova. Ma il problema maggiore è stato un altro. Appena arrivato a Palermo ho sofferto molto, perché quando la gente parlava di me ricordava solo quanto mi avesse pagato Zamparini. Tutti pensavano ai soldi, non a come stavo io, a come mi sentivo. Non ero importante come ragazzo, ma per i tanti soldi spesi”.

    Ma il bomber si sta prendendo le sue rivincite: “Voglio solo dimostrare che Zamparini sapeva quello che stava facendo e non stava buttando i suoi soldi. La mia famiglia mi ha detto di non montarmi la testa. Al momento non penso a un grande club anche se questo è il sogno di tutti. Lavoro per fare sempre meglio”.

    Guai ad azzardare paralleli con Messi: “Per vedere l’erede di Leo dovremo aspettare tanto così come abbiamo aspettato tanto per l’erede di Maradona. Dybala in finale dei Mondiali 2018? Non c’è calciatore che non sogni di giocare la partita più importante di tutte. È un sogno ma lavoro per realizzarlo”.

    Il talento rosanero, infine, tesse le lodi di due suoi connazionali impegnati in Serie A: “Tevez ha già segnato tanti goal e ha fatto crescere molto la Juve. Higuain anche al Napoli sta confermando il suo valore”. Ma anche Paulo non scherza…

    Fonte: goal.com