Donnarumma: “Il Napoli è diventato una big che occupa un posto fisso nell’élite italiana, sono fortissimi”

Il portiere : il Napoli ha perso scudetto perso soltanto per sfortuna Reina, un grande esempio

Donnarumma parla ad Amalfi

Donnarumma parla ad Amalfi

Il portiere del Milan Donnarumma parla ad Amalfi ospite dell’evento «Football Leader», in corso all’Hotel Saraceno, tra l’altro, è stato premiato come rivelazione dell’anno. Il giovane portiere rossonero è stato votato da una giuria formata dagli allenatori di Serie A e dai direttori delle tre testate giornalistiche sportive.

Ecco le sue dichiarazioni sul Napoli rilasciate al quotidiano il Mattino:

Era l’anno buono per gli azzurri?
«Per oltre metà campionato loro ci hanno giustamente creduto. Io ci speravo, visto che la mia squadra non è mai entrata nel giro scudetto mi faceva piacere vedere il Napoli in lotta con la Juventus. Mai come quest’anno poteva farcela».

La svolta e’ stata a Torino?

«Credo che il big match in casa dei bianconeri abbia avuto un ruolo fondamentale. È stato quasi un segno del destino. Il Napoli non meritava di perdere».

Il Napoli è il club che più ha frequentato l’Europa nelle ultime sette stagioni.
«Da sportivo faccio i complimenti alla squadra di Sarri. Da avversario riconosco che questa annata è stata strepitosa. Non è una frase fatta,per molti sembra scontato sostenere che i Napoli è diventato una big e che occupa un posto fisso nell’élite italiana, ma la sensazione che si percepisce lontano da Napoli è che i partenopei sono diventati fortissimi, sullo stesso gradino della Juventus. Ci riproveranno il prossimo anno e lotteranno ancora per il tricolore».

Le piace Reina?

“C’è molto da imparare da uno come lui. Lo spagnolo è un formidabile motivatore,a livello di stimoli e di carica agonistica è un fenomeno».