Domani la Givova Napoli ospita Trieste: conosciamo meglio i friulani

     

    Impegno non impossibile per gli uomini di coach Calvani

     

    Dopo la sconfitta nel recupero della seconda giornata in casa della Manital Torino, la Givova Napoli è pronta ad affrontare tra le mura amiche del “PalaBarbuto” la Pallacanestro Trieste.

    Il team biancorosso ha un roster di buon livello, con individualità che possono ben figurare in un campionato difficile come quello della Serie A2 Gold.

    Il play è lo statunitense Issiah Grayson, alla sua prima esperienza in Europa. Lo scorso anno è stato tra i migliori cestisti del NCAA, indossando la casacca dei Bakersfield Runners.

    Nel ruolo di guardia troviamo Roberto Prandin, nell’ultima stagione in DNB con Treviso.

    Come ala piccola gioca il classe ’93 Stefano Tonut, dal 2011 a Trieste dopo un’annata in Serie B dilettanti a Monfalcone. Nel 2013 è stato tra i protagonisti della vittoria del titolo continentale della Nazionale italiana Under 20.

    L’altro americano Murphy Holloway (nella foto) è l’ala grande. Ha disputato diverse stagioni in NCAA con l’Università del Mississippi, per poi raggiungere il “Vecchio Continente” nell’estate del 2013 giocando per metà stagione con l’Ironi Kiryat Ata e l’altra con l’Hapoel Kfar-Saba, entrambe compagini di seconda divisione israeliana, viaggiando con una media di 21,6 punti a partita.

    Infine, il pivot e perno della squadra è Francesco Candussi, classe ’94, 211 cm, confermato dopo l’ottimo campionato dell’anno scorso.