DIAMO I NUMERI – Gonzalo… Che meraviglia! Hamsik è ‘o patrone ‘e casa. Lopez, nella botte… grande c’è il vino buono!

 

RUBRICA – Napoletanosinasce consulta la “Sacra Smorfia” e vi regala la “Pagella alla Napoletana” di Slovan Bratislava – Napoli.


 

Il Napoli, il lotto e i napoletani: una trilogia infinita. Questo gioco è arrivato piuttosto tardi nella nostra città, ma per antonomasia Napoli è sempre stata definita la capitale del lotto. A suo tempo Donna Matilde Serao sosteneva: “Il popolo napoletano, che è sobrio, non si corrompe per l’acquavite, non muore di delirium tremens; esso si corrompe e muore pel lotto. Il lotto è l’acquavite di Napoli”. Le ricevitorie ovvero ‘o pustiere possono definirsi da sempre le fabbriche dei sogni. Quello più frequente per ogni napoletano è il Napoli, per tutta la settimana infatti, ci si reca in ricevitoria, sfogliando la “Sacra Smorfia” per cercare numeri abbinandoli agli eventi calcistici e d’attualità che si succedono di giorno in giorno, nel nostro caso di partita in partita, Napoletanosinasce vi fornirà una serie di numeri abbinati alle gesta degli azzurri. Niente pagelle, quelle le lasciamo ai professori nelle scuole…


Rafael, 43 – Onna Pereta fore ô barcone. Fuori “ô barcone” proprio non ci sa uscire… Ancora segnali di insicurezza: il giovane portiere brasiliano deve ancora migliorare molto ma del resto non è stato mai impegnato seriamente.

Maggio, 53 – ‘O viecchio. Piccoli miglioramenti: il terzino destro non si propone molto in fase d’attacco e cura maggiormente la fase difensiva. Commette qualche piccola disattenzione e qualche passaggio sbagliato, partita discreta.

Ghoulam, 15 – ‘O guaglione. Commette qualche disattenzione ma  di poco conto. Bene nel primo tempo dove si fa vedere più volte in fase di attacco. Dopo il goal di Marek Hamsik si sono viste poche cavalcate li sulla sinistra.

Britos, 85 – L’Anema d’ ‘o priatorio. Attento e ordinato, serata abbastanza tranquilla. Fa girare bene la palla in difesa qualche volta riesce a far ripartire l’azione.

Koulibaly, 12 ­- ‘O surdato. Che bel giocatore! Attento in difesa, abile nel far ripartire l’azione. Ha un piedone educato e lo dimostra con un lancio stupendo che porta Marekiaro al sue secondo goal europeo. Lotta su tutti i palloni e pulito nelle entrate… Colpo Made in Rafa…

Inler, 38 – ‘E mmazzate. Partita non impegnativa per lo svizzero. Smista palloni con velocità: si fa vedere poco in fase offensiva e fa sentire il suo fisico agli avversari quando c’è bisogno.

Lopez, 45 – ‘O vino bbuono. Si dice che nella botte piccola c’è il vino buono… Questa volta la botte non è piccola, anzi è gigante: precisamente 1, 85 m. Ma’o vino è bbuono lo stesso! Ancora titolare, questa volta al fianco di Inler. Tanta buona volonta e tanto sudore. Il Maestro Rafa ha colpito ancora…c’ha visto bene, per l’ennesima volta….

Mertens, 40 – ‘A noja. Non è il Dries che noi tutti conosciamo: il belga, autore di una prestazione opaca, non ha i soliti suoi spunti. Nonostante ciò nel secondo tempo colpisce una traversa con un gran tiro da fuori area.

De Guzman, 86 – ‘A puteca. Fuori forma o fuori ruolo? Una cosa è certa: quello visto ieri sera non è il vero De Guzman. Chiunque ha seguito un po’ di Premier e conosce il giocatore da molto tempo può confermare. Jonathan è una bottega pieno di talento e fantasia, basta solo avere pazienza.

Hamsik, 31 – ‘O patrone ‘e casa. Contro il suo Bratislva rinasce. Sblocca la gara con una delle sue specialità: l’inserimento. Regala un assist strepitoso a Gonzalo Higuain ed esce tra gli applausi di tutto lo stadio: serata indimenticabile. Adesso ci vuole continuità!

Duvan, 4 – ‘O puorco. Il colombiano è proprio un animale… Ovviamente nel senso positivo! Grande fisico e tantissima buona volontà! Lotta in area di rigore ma si muove tanto anche al di fuori di essa. Ogni volta che viene chiamato in causa svolge bene il suo compito. 

Callejòn, 26 – Nanninella. Entra al 63′ al posto di De Guzman. Regala un po’ di vivacità all’attacco.

Higuain, 72 – ‘A maraviglia. Entra al 73′ al posto di Duvan Zapata. Benitez gli affida il compito di chiudere la gara e lui come un bravo alunno esegue gli ordini del maestro. Assist stupendo del capitano e grande colpo di testa dell’argentino, 2-0. La sua enorme qualità fa la differenza, troppo forte per lo Slovan…

Mesto – S.v.  Entra all’81’ al posto di Marek Hamsik.


RIPRODUZIONE RISERVATA.