I deliri dei giornalisti italiani:”Pogba forte quanto Higuain”

    E quando i giornalisti dicono: <<Pogba forte quanto Higuain!>> non ti curar di loro, ma guarda e passa!


     

    di Mariana Di Maio

    Se ieri sera, ci eravamo stupiti delle parole del telecronista Rai che al termine del match aveva dichiarato clamorsa la sconfitta dell’Inter, oggi sorridiamo alle parole dei giornalisti di Sky Sport.

    Nell’edizione delle 13:30 di SkySport24 ci si tormenta sul momento Inter e si parla del momento “fortunato” del Napoli e del suo numero 9 Gonzalo Higuain. Mentre si parla dell’attaccante argentino, ci si chiede se sia il giocatore più forte del campionato italiano o ci sia qualcun’altro ad ambire a tale posto e fra tutti senza, nemmeno pensarci due secondi arriva il nome di Pogba.

    “Pogba forte quanto Higuain? Certo che si!” si prosegue nello studio “L’anno scorso il più forte del campionato era Higuain, quest’anno Pogba è al suo stesso livello!”.

    Diciamo che ora fare questo tipo di paragone è  quasi deleterio. Non vi è razionalità in queste parole, si cerca soltanto di gettare fumo negli occhi. Che il campionato italiano sia povero di campioni si sa, ma illudere così i telespettatori è sbagliato.

    Nessuno, vuole sminuire il talento bianconero, ma il francese è giovane con tanto ancora da dimostrare e parogonarlo allo scugnizzo argentino è davvero troppo. Un paragone che fa acqua da tutte le parti, ridicolo e al quanto inutile.

    Higuain a soli 19 anni è stato comprato dal Real Madrid e nel mondiale sudafricano del 2010, Maradona, nonostante gli scettici, lo schiera tra i titolari di quella nazionale. Ed è lì che per gli argentini, Gonzalo si conferma essere El Pipita.

    Le differenze tra lui e Pogba sono tante, ma la fondamentale è che Higuian è un fuoriclasse infinito, mentre Pogba è una giovane promessa. Non credete a ciò che scrivono i giornali, non credete a Raiola o Agnelli, il ragazzo vale 50 milioni, senza mai aver inciso fortemente in Champions League, come tutta la squadra alza la cresta solo nel campionato italiano, per le sfide europee, per trovarlo in campo bisogna chiamare “Chi l’ha visto?”.

    El Pipa incide, in ogni competizione, nel bene e nel male, lui fa parte di un’altra categoria, il tocco di palla, la visione di gioco, la voglia di vincere lo rendono il giocatore che è. Una stella che ha deciso di brillare per conto proprio, in una sfida chiamata Napoli. Un vero campione non può vivere nell’ombra degli altri, deve dimostrare di saper brillare di luce propria, questi sono i campioni, questa è la differenza tra Gonzalo Higuain e gli altri.

    © Riproduzione riservata