Delio Rossi: “In Italia c’è troppa pressione. Il Napoli lotterà per il terzo posto ma deve andare avanti in Europa League”

    Delio Rossi:” In Italia c’è troppa pressione. Gli allenatori stranieri soffrono questo aspetto. Il Napoli lotterà per il terzo posto ed andare avanti in Europa League”


    Delio Rossi parla ai microfoni di Marte Sport Live:Mi aspettavo questo inizio di Juventus e Roma che hanno qualcosa in più delle altre. Udinese e Sampdoria rientrano nel capitolo delle sorprese. Ovviamente i cavalli di razza di vedono alla fine. Comunque le prime due fanno un campionato a parte, tra queste e le grandi dei campionati esteri non c’è molta differenza. Benitez? Non so se sia adatto o meno ad allenare in Italia, sarebbe un giudizio sommario. Sicuramente il nostro calcio è più fastidioso, più tattico sicuramente non il più bello. Il problema è un altro: la sconfitta dell’Inter con il Cagliari fa rumore, mentre se perde il Liverpool con l’ultima in classifica è finita dopo due giorni. Per questo gli stranieri si trovano male da noi. In Italia c’è troppa pressione. Tra gli allenatori Rudi Garcia sta facendo molto bene. La Roma ha giocato con la mentalità di una squadra solida e importante. Il modulo deve mettersi al servizio delle qualità dei giocatori, ci sono invece anche degli allenatori che sono caratterizzati come Sacchi, Benitez o Zeman. Ce ne sono altri che trovano una soluzione in base a quelli che hanno. Il Napoli ha tutto, è una squadra forte e importante e può essere protagonista. Gli azzurri se la giocheranno per il terzo posto con Fiorentina, Inter e Lazio. Ho qualche dubbio sul Milan. L’Europa League? Per una squadra la Champions è il massimo, mentre l’Europa League viene considerata come una competizione minore. Secondo me sbagliamo, il Napoli deve pensare di arrivare in fondo. La rosa è di qualità, ma ovviamente porta via tempo ed energie. L’ambiente poi comincia a considerarla soltanto dai quarti di finale, invece secondo me bisognerebbe considerare queste competizioni. Il mio futuro? Mi guardo attorno, vedremo dove potrò essere d’aiuto. Non ho preclusioni sull’estero, ma ne deve valere la pena. Vorrei un progetto intrigante”.