DE LAURENTIIS METTE LE PEZZE A COLORI?

 

De Laurentiis e’ intervenuto sulle frequenze della radio ufficiale.

Il presidente del Napoli, ha spiegato la vicenda Soriano, anche se la domanda del conduttore e’ stata capziosa, poiche’ la piazza partenopea non e’ arrabbiata per il mancato arrivo del giocatore ma per le modalita’.

Di conseguenza  al presidente e’ stata presentata una domanda diversa dalla realta’.

De Laurentiis, ha spiegato chensoriano non aveva intenzione di venire al napoli, perche’ voleva il milan, per il rapporto con l’allenatore rossonero.

Dopo la partita al San Paolo, si sono visti nel salottino e li e’ iniziato il corteggiamento, che ha avuto l’epilogo che tutti conosciamo.

Il conduttore continua parlando del fatto che viene spesso apostrofato come lecchino, frase ripetuta un qualche centinaio di volte.

De Laurentiis finalmente fa’ una disamina condivisibile, la riforma della lega calcio, la burocrazia del paese, tutte cose verissime e sulle quali siamo in sintonia.

Mercato.

ADL spiega che non gli hanno voluto cedere Rugani, Romagnoli etc, quindi ha dovuto fare di necessita’ virtu’, inoltre ha spiegato che non ha ceduto nessuno dei big, rifiutando per 6 giocatori escluso Higuain ben 98ml.

Poi inizia la parte piu’ stucchevole, si e’ passati dal calcio alla politica, il rpesidnete ha fatto notare come il Napoli sia la cosa migliore di Napoli,  ha parlato dei problemi del Porto, di quelli della citta’ terminando con Pompei.

Onestamente poteva tranquillamente risparmiarsi tanta demagogia, ci sarebbe da parlare fin troppo.

Sarri, continua De Laurentiis, anche se perde altre 4 o 5 partite non lo caccio.

Stadio.

Ho parlato con alcuni sindaci, credo di aver individuato un terreno di una 20ina di ettari, per il centro sportivo, aspetto ancora di poter sistemare los tadio, perche’ il comune mi ha rinnovato la convenzione il 26 di agosto fino al 30 settembre.

Obbiettivi

Dipende anche da cosa faranno le altre, il nostro campionato deve ricondurci in europa, vedremo.