IL DATO – Il Napoli segna il record della Serie A: numeri da Barcellona. Ma per vincere serve concretezza

     

    Possesso palla da record: 75,7%. Ma i punti non arrivano in omaggio…


    Il dato è clamoroso: almeno per il campionato italiano. Nella partita di ieri contro l’Atalanta la squadra di Rafa Benitez ha registrato un dato del possesso palla senza precedenti: 75,7%, praticamente il 76%. Segno tangibile che la squadra di Colantuono la sfera non l’ha vista. Bene, benissimo. Perché oggi si parla tanto, forse troppo, di possesso palla. Benitez ripete in modo ossessivo il concetto di “controllo” di palla. Con l’Atalanta non ci sono dubbi su quale era la squadra più forte. Però sono stati gli azzurri a recuperare il risultato, rischiando anche di perdere. Il dato del possesso palla del Napoli segna il record in Serie A. Numeri notevoli, arrivati soprattutto grazie al primo tempo, quando i bergamaschi la palla non l’hanno vista proprio. Gli azzurri hanno fatto girare palla in modo quasi ossessivo. Colantuono disperato con le mani in testa e Napoli che faceva quello che voleva. Nel secondo tempo le cose sono cambiate, ma il dominio del Napoli dal punto di vista del controllo del gioco è rimasto. Bene questo dato, che segna un primato, ma Benitez deve sapere che vincere il possesso palla, o meglio, dominarlo, non porta i tre punti in omaggio. L’allenatore azzurro può godersi il suo Napoli spagnolo, che in quanto a controllo del gioco sembra un piccolo Barcellona (ma anche il Real Madrid) però fa fatica a vincere le partite e avere continuità. In realtà il vero nodo sono i grossolani errori che arrivano dalla difesa, visto che gli avversari vanno a segno praticamente a ogni azione offensiva. Questo è ciò che va sistemato, soprattutto quando arrivano errori gravi anche dagli attaccanti. Higuaìn ha fallito il secondo rigore su tre tentativi. Il terzo andato a segno è arrivato domenica scorsa contro il Verona. Anche questo è un dato che può allarmare, perché lo sbaglio dal dischetto è costato i tre punti anche col Chievo. Con l’Atalanta si è pareggiato, ma non si possono sbagliare simili occasioni. Stesso discorso per la difesa. Raul Albiol l’ha combinata davvero grossa. Non ci possono essere errori di questo tipo in una squadra che ha ambizioni come il Napoli. Nonostante tutto il terzo posto è alla portata, anche se la corsa alla prima e alla seconda piazza rimanere ancora un discorso tra Roma e Juventus. Il Napoli, però, si consola con un possesso palla da record. Per una squadra spagnola voluta da Benitez c’era da aspettarselo. Per il resto c’è ancora tempo…

    Giovanni Scotto – Il Roma.