DAL BENTEGODI ALLA VETTA

dal bentegodi alla vetta

LIBERTINO:“DAL BENTEGODI ALLA VETTA”

Di: Giuseppe Libertino

Per aspera ad astra: le note della Marsigliese e il razzismo scaligero, le barricate gialloblu, e la vittoria del gruppo azzurro.

Il Napoli va a mille.

Per qualità e quantità. Il Napoli delle tre C: corto, compatto e concreto. Oggi vince una gara scardinando una barricata durata più di un’ora.

Pazzini avanti e dietro tutti quanti, compreso Mandorlini. Ma prima o poi dovevano pur crollare. La sblocca Insigne( qui le sue parole), il più fischiato ed insultato dal solito triste pubblico veronese, la chiude il più forte degli azzurri e del campionato: Higuaín.

Lucido e carico fino al novantesimo. Così non lo si era mai visto, neanche a Madrid. La comanda Hamsik, l’uomo in più di Mister Sarri che vince due volte a Verona quest’anno. 12 vittorie, 4 pareggi e una sconfitta. 40 goals fatti e 8 subiti. Questo Napoli non si ferma più ed è primo in classifica in attesa di Fiorentina e Inter.