Dal Belgio: Brugge-Napoli a porte chiuse, per carenza di personale di polizia

Il sindaco di Bruges non dispone di un numero di agenti necessari per garantire l’ordine pubblico

Secondo voci provenienti dal Belgio, spunta un curioso retroscena in merito alla decisione di giocare la gara di Europe League tra Brugge e Napoli a porte chiuse. Secondo il sito belga Newsblade.be, il sindaco della città Renaat Landuyt è rimasto spiazzato dalla decisione dell’UEFA nel far giocare regolarmente la gara. Dopo i tragici episodi di Parigi, l’allarme terrorismo resta alto anche in Belgio, e per lo svolgimento della gara, il primo cittadino di Bruges non aveva un numero di agenti necessario per garantire l’ordine pubblico. Da lì la decisione di far giocare la gara a porte chiuse. Nella città belga ci saranno comunque tanti napoletani che già da qualche settimana avevano in tasca il biglietto aereo per assistere alla gara degli azzurri.