Cuorisity Web: Incredibile, esiste un bonsai di 390 anni che è sopravvissuto anche alla bomba atomica

    IL BONSAI IMMORTALE

    Hiroshima, il bonsai di 390 anni che è sopravvissuto alla bomba atomica

    BONSAI-NSN

    Dal 1625, un antico bonsai ha attraversato quattro secoli di storia del Giappone, fino a quando nel 1976 il suo ultimo proprietario Masaru Yamaki lo ha donato all’Arboretum’s National Bonsai and Penjing Museum di Washington per celebrare il bicentenario della Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti.

    Solo anni dopo, però, si è scoperto il valore particolarmente simbolico del gesto, taciuto dal proprietario al momento della donazione. Oltre a guerre e terremoti, infatti, il piccolo pino bianco è sopravvissuto anche alla bomba atomica lanciata dagli Usa a Hiroshima durante la Seconda Guerra Mondiale.

    Quando gli aerei statunitensi il 6 agosto 1945 sganciarono Little Boy sulla città nipponica, il bonsai si trovava a meno di due miglia dall’epicentro del fungo atomico. Eppure la pianta rimase miracolosamente intatta, poichè il muro del vivaio in cui si trovava all’epoca le fece da scudo.

    A raccontare l’incredibile storia, sono stati i nipoti di Yamaki, quando nel 2001 hanno visitato il Penjing Museum per potere finalmente vedere il mitologico bonsai, di cui fino a quel momento avevano sentito parlare solo nei racconti del nonno.

    E ancora oggi, il bonsai continua a rimanere in vita, pur avendo ormai quasi doppiato l’aspettativa di vita massima per questo tipo di piante, duecento anni.