Crippa: “Il Napoli può ancora sognare in grande

     

    http://www.calciomercato.it//uploaded_image/principale/crippa.jpg?v=1412352739

    Neanche il tempo di godersi i successi e ripensare alle gare disputate ieri in Europa League. Per Napoli e Torino è già ora di concentrarsi sulla partita di domenica sera, sesto turno di campionato, che le vedrà di fronte al San Paolo.

    Parla   Massimo Crippa, esploso nella stagione 87-88 in maglia granata, e approdato poi al Napoli di Maradona dove si è laureato Campione d’Italia nel ’90. Un cuore ancora diviso a metà: Torino ha rappresentato il primo amore, in terra partenopea si è consacrato. L’ex mezzala della Nazionale italiana ha analizzato il momento delle due formazioni e presentato quello che sarà l’incontro di domenica

    NAPOLI – “Una buona prestazionein Slovacchia per gli azzurri, mantengono il comando del girone ed è stato importante che siano tornati al goal sia Hamsik che Higuain, due giocatori fondamentali per questa squadra. Siamo alla seconda vittoria consecutiva, tra campionato e coppa, ma per dire che il Napoli sia guarito in via definitiva bisogna attendere ancora un po’, magari vedere gli scontri diretti con le formazioni di alta classifica. Attualmente ha tanti punti di distacco rispetto alle due che guidano la serie A, però mancano tante partite e c’è tutto il tempo per recuperare. La difesa ha rappresentato il punto debole del Napoli nelle ultime stagioni. Anche fra i pali – prosegue Crippa – lo scorso anno schierava l’ottimo Reina, poi in estate lo ha perso e ora c’è Rafael, portiere molto giovane che andrebbe aspettato. Lo stesso Koulibaly è un altro che dovrebbe mettere insieme un po’ d’esperienza prima di essere considerato giocatore di alto livello. Penso che a gennaio un difensore di grande spessore andrebbe preso, purtroppo sul Napoli pesa il mancato ingresso in Champions League, avrebbe fruttato del denaro da poter reinvestire sul mercato”.

    TORINO – “È una squadra che sta facendo fatica a segnare, ma nelle ultime gare ha centrato risultati importanti. Sono andati a vincere a Cagliari e in coppa stanno facendo benissimo: arrivano segnali positivi. Ventura ha perso due pezzi da novanta come Cerci e Immobile, non si può dire che il colpo sia stato assorbito perchè è arrivato Quagliarella che è un ottimo elemento, ma non è stato sostituto Cerci, uomo determinante nelle ultime stagioni granata. La società ha poi acquistato Amauri, calciatore differente sia dal punto di vista della qualità che del ruolo”. 

    LA SFIDA DEL SAN PAOLO – “Sarà partita vera tra squadre che stanno rincorrendo: nessuna delle due può permettersi di perdere punti. C’è la volontà di scalare qualche posto in classifica, e la sconfitta per entrambe sarebbe deleteria perchè significherebbe perdere ulteriormente terreno nei confronti delle concorrenti. Il Napoli – conclude Massimo Crippa a Calciomercato.it – gioca di fronte al proprio pubblico, però il Torino può metterla in difficoltà. Provengono dalle partite di coppa, è possibile che siano anche stanche, ma sono convinto sarà un bel match”.

     

    cm.it