CORSA AL SECONDO POSTO, ECCO IL GRAFICO, SI DECIDERA’ TUTTO AL SAN PAOLO

 

 

Da qui a fine stagione, serve andare avanti «spalla a spalla», come piace a Benitez, per centrare la rimonta e piazzarsi alle spalle della Juve.

In tal senso, il calendario sembra essere favorevole perché tutti gli scontri diretti, a eccezione di quello con la Roma del 4 aprile, si disputeranno a Fuorigrotta.

SPRINT FINALE Il fattore San Paolo, dunque, sarà determinante (in casa il Napoli giocherà anche il ritorno dei quarti di Europa League con il Wolfsburg e della semifinale di coppa Italia con la Lazio).

Gli azzurri ospiteranno le rivali per la Champions in rapida successione: prima la Fiorentina, poi la Sampdoria e infine la Lazio con la quale si chiuderà il campionato e si tireranno le somme.

Benitez, ieri  si è detto fiducioso. Lo scorso anno il Napoli ha chiuso la stagione in crescendo e la preparazione è stata finalizzata proprio allo sprint che attende Higuain e compagni: «Avremo tante partite da giocare nel prossimo mese – ha spiegato Benitez -.

In Spagna diciamo che se ad aprile semini bene di certo a maggio raccogli bene. E’ ciò che proveremo a fare noi». Il futuro è adesso anche perché del suo Beniteznon parla. Pensa solo alpresente, all’Atalanta.

In campo il Pipita, Gabbiadini e De Guzman in ballottaggio con Callejon e Mertens. Rafa deve scegliere ancora a quali uomini affidarsi, ma può confidare nel San Paolo