CorrSport: La Lazio prima si è inchinata, poi inginocchiata, infine accasciata.

 

 

La Lazio travolta dalla manita napoletana.

Una gara comandata dagli azzurri per 94′

 

Ecco cosa scrive il corriere dello sport:

Snap19

Cinque a zero giovedì e cinque a zero ieri. Dieci gol in 4 giorni, il gioco del calcio è tornato al San Paolo.

Peccato che ieri le tribune fossero così vuote, a differenza del campo che era pieno di un calcio fantastico. Cinque gol alla Lazio, non valeva quanto lo spareggio-Champions della stagione scorsa, ma c’era pure il senso della rivincita.

Cinque gol dentro uno spettacolo di folle grandezza, costruito sulla tecnica, la corsa, l’organizzazione, sublimato dalla doppietta di Higuain e dalla prestazione (con gol e assist) di Insigne, fantastici protagonisti della partita.

La Lazio prima si è inchinata, poi inginocchiata, infine accasciata.

Non è mai stata in partita, nessuno si è salvato a cominciare dal suo allenatore.

Il secondo tempo, col 3-0 di Insigne al 3’, è stato solo un buon allenamento del Napoli di fronte a un avversario devastato, ma al 45’ il possesso palla era del 66 per cento, i tiri 11 a 2, i tiri in porta 5 a 0, le occasioni da gol 5 a 1, gli angoli 7 a 0, i passaggi 311 a 162.

E’ raro vedere in Serie A partite così spaccate, col Paradiso napoletano e l’Inferno laziale.

 

Snap20