Corrsport-Insigne è già in piedi: «Voglio tornare presto»

Il fantasista azzurro vuole bruciare le tappe e già cammina da solo. Mariani: «L’intervento è andato bene». Potrebbe rientrare fra 4 mesi

Il sorriso stampato sul volto, i capelli pettinatissimi, una t-shirt e un pantaloncino bianco, il tutore al ginocchio destro, le scarpe grigie da ginnastica. Cammina senza stampelle a Villa Stuart a meno di 24 ore dall’operazione e lascia tutti sbalorditi, così come fa sempre in campo. C’è sempre qualcosa di magico quando il protagonista è Lorenzo Insigne, il talento napoletano che adesso ha un’altra partita da vincere, molto più difficile di quelle sul rettangolo di gioco. Ieri già camminava da solo nella clinica romana di Villa Stuart, dove è stato operato dal professor Mariani soltanto lunedì pomeriggio, poche ore prima.

SUBITO AL LAVORO – Un’ora al lavoro in palestra dove ha iniziato la fisioterapia: «Sto bene, sto bene. I dottori hanno detto che sono quello che hanno visto meglio dopo l’operazione? Speriamo sia così, speriamo vada tutto bene. Ora devo pensare solo a lavorare, spero di tornare al più presto in campo». Stamattina sarà ancora al lavoro nella Capitale, nel pomeriggio tornerà a Napoli e da domani lavorerà a Castelvolturno. Ieri è stato a trovarlo anche il presidente De Laurentiis, mentre è sembrato ottimista sul recupero il professor Mariani: «L’intervento è andato molto bene e credo si intuisca anche guardandolo. Lunedì si è operato e adesso già cammina e fa fisioterapia, meglio di così…». La speranza, dello staff medico del Napoli e dell’equipe che lo ha operato, è che Insigne torni in campo fra quattro mesi, nel rispetto del protocollo di recupero del chirurgo. A influire, ovviamente, sarà anche la volontà del calciatore, al primo infortunio serio della sua carriera.