Cori anti-Napoli e fischi a Pino Daniele, multato il Cesena

    Il giudice sportivo ha multato di 15mila euro il Cesena dopo che i suoi tifosi hanno intonato cori contro Napoli durante il match e nel 1′ di silenzio in memoria di Pino Daniele.

    La sfida del ‘Manuzzi’ tra Cesena e Napoli è stata macchiata dall’atteggiamento di una parte della tifoseria romagnola, punito dal giudice sportivo con una multa da 15mila euro comminata alla società per responsabilità oggettiva. Motivo? Cori razzisti contro la città partenopea e durante il ricordo di Pino Daniele.

    Gianpaolo Tosel, nel comunicato emesso, ha motivato così la sanzione economica inflitta al club romagnolo: “Per avere suoi sostenitori, prima dell’inizio della gara e durante il secondo tempo, intonato cori insultanti per motivi di origine territoriale”.

    Già prima del fischio d’inizio, mentre correva il minuto di silenzio in memoria del cantautore deceduto nella notte tra domenica e lunedì, si era levato qualche fischio unito ai soliti ‘slogan’ offensivi verso la città del Golfo. Poi, nel corso della sfida, l’episodio si è ripetuto.

    Emblematico ciò che si è verificato in occasione dello 0-4 di Higuain: durante l’azione del Napoli da una fetta di stadio si è levato il classico ‘Vesuvio lavali col fuoco’, prontamente spento dal goal del bomber argentino.

    goalitalia