Corbo: nomi e cognomi di chi ha deluso

    Antonio Corbo

    Corbo: lode ai gregari

    Ecco cosa scrive Antonio corbo sul suo blog “il Graffio”

    Tre partite per salvare un anno. Il terzo posto vale la Champions, decine di milioni e la serenità per programmare meglio. Vale molto, quindi.

    Ma perché il Napoli è ancora fuori dall’Europa? Nel fallimento sono coinvolti anche i personaggi più modesti, quelli che per nulla hanno dato di più.

    Meglio chiedere spiegazioni ai protagonisti. Fuori i nomi e i cognomi.

    Rafa Benitez. Predica gioco offensivo, ma non ha dato una mentalità vincente. Che può essere descritta in una sola parola. Continuità. Il Napoli non l’ha mai avuta in due anni. Mai campionato è stato così modesto, mai Europa League così abbordabile: alti e bassi ingiustificabili.

    Far venire il procuratore a Napoli a parlare del suo eventuale contratto il 6 maggio, a poche ore dalla prima semifinale, è stato un errore pacchiano. La prova di una eccessiva superficialità, la stessa che ha mostrato il Napoli in campo.

    Ogni giorno ripete che deve consultare la famiglia per il rinnovo. Ancora non l’ha fatto? Il Napoli gli regali un telefonino.

    Gonzalo Higuain. Ruggisce solo prima delle gare. Gli manca il cinismo risolutivo del bomber. Moltiplica smorfie ed errori. Malinconico ed evanescente. Bisogna rileggere i giornali di luglio 2014 per ricordare che era una punta da 40 milioni.

    In due semifinali un solo gol, e l’ha segnato David Lopez, con la sua vita grama da mediano.

    José Maria Callejon. Il Napoli l’ha rilanciato, portandolo per un breve periodo nella sua nazionale. Impreciso e indeciso, lo scorso anno dava ampiezza al gioco e aveva il colpo giusto. Sotto tono dal ritiro di Dimaro. Ha capito almeno lui i motivi di un così vistoso calo?

    Manolo Gabbiadini. In campo ci si accorge di lui solo se indovina un gol.

    Aurelio De Laurentiis. Ha avuto tempismo e lucido coraggio nell’ordinare il ritiro, mettendo in dubbio . Benitez e squadra hanno contestato la clausura, ma era opportuna. Con la Fiorentina 3-0, a Wolfsburg fantastico 1-4, a Cagliari 0-3.

    De Laurentiis si è lasciato intenerire: abolito ritiro il Napoli è di nuovo precipitato nel suo rassegnato grigiore.

    Riccardo Bigon. Si è schierato con Benitez nei giorni dello scontro. Mercato: come spiega gli acquisti Jorginho e Koulibaly in panchina, ed un Napoli aggrappato ai tenaci doppioni che non riuscì a vendere? Qualcosa non torna.

    Urla contro gli arbitri, è spesso espulso. I suoi colleghi nel Palazzo si sentono come a casa.

    Esempio: del caso Collina, legato a Uefa e Federazione Ucraina, sapeva e ha detto qualcosa?