Coppa Italia: ecco la carica dei 45 mila.

    Al San Paolo arriva l’Inter di Mancini, specialista come Rafa in queste gare.

    passera’ alla storia come  il primo  Napoli-Inter  degli ultimi due anni in cui tutta la stampa napoletana tiferà per il Napoli

    Sarà un duello incandescente tra due autentici re di coppe: Benitez contro Mancini. Rafa a Doha ha conquistato il decimo trofeo della sua carriera. Roberto da Jesi simuove in questa coppacome se fosse a casa sua.

    Ha collezionato coppe nazionali come nessuno: 6 da calciatore e 4 da allenatore. Il problema, a questo punto della stagione, è non lasciarsi sfuggire niente di mano.

    Ma niente paura: se c’è un trofeo da sollevare, ecco che nessuno tra Benitez e Mancini si tirerà indietro e darà il massimo.

    Il Napoli non può permettersi falsi passi davanti ad almeno 45 mila spettatori che assisteranno al quarto di finale di mercoledì. Una cornice di pubblico degna di un big match: come è senza dubbio la sfida all’Inter.

    Napoli e Inter si affrontano per la terza volta negli ultimi 4 anni nei quarti di CoppaItalia: si è giocato sempre al San Paolo. Nel gennaio 2011 passarono i nerazzurri ai calci di rigore, l’anno dopo il Napoli con un secco 2-0.

    Nel 1997 altro precedente, quando la coppetta aveva una formula un po’ più coinvolgente: in semifinale dopo un doppio 1- 1, i rigori sorrisero ancora agli azzurri.

    Nel 1978, la sfida è valsa persino una finale: all’Olimpico vinse l’Inter per 2-1 con una rete di Bini all’87’.Gli altri due precedenti in Coppa Italia risalgono alla fine degli anni Trenta.