Conte: “Non era semplice, la Norvegia era un tabù. Balotelli? Ho bisogno di fame, non di fama!”

    Conte: “Non mi aspettavo queste due vittorie contro Olanda e Norvegia, ci sono grandi margini di miglioramento!”


     

    Al termine della partita contro la Norvegia, vinta per 2 a 0, Antonio Conte, neo Ct. della nazionale azzurra, ha parlato in conferenza stampa:

    “Non era semplice, la Norvegia era un tabù. Ho visto cose importanti in questi nove giorni, ora dobbiamo continuare a lavorare, conoscerci e crescere. Siamo stati bravi, sono molto contento. Buffon non ha fatto parate, non abbiamo sempre attaccato.

    Dobbiamo avere a tutti i costi margini di miglioramento, ma a livello tattico ho visto già qualcosa di importante. Grande disponibilità di questi ragazzi, quelli scesi in campo praticamente tutti nuovi rispetto ai Mondiali.

    Balotelli? Ho bisogno di fame, non di fama… A me serve gente che abbia voglia di alzare il campo. Che quando finisce la partita lo debbano rizollare. Mi serve gente che pensi e giochi per la squadra.

    Mi è piaciuta la voglia di creare da dietro, facendoci attaccare alti. Dobbiamo sprecare di meno, ma ci siamo dando da fare. Buona applicazione, dobbiamo migliorare nel palleggio.

    Abbiamo tanti giocatori giovani, sono il nostro futuro. Un mix tra vecchia guardia e nuove leve può aiutarci a uscire dall’impasse Sono ragazzi che mi hanno impressionato: disponibili, orgogliosi di vestire questa maglia, hanno voglia di rendere felice l’intero popolo italiano. Sinceramente neanche nelle migliori delle ipotesi avrei immaginato che tra Olanda e Norvegia avremmo ottenuto due vittorie”.