Benitez rassicura i tifosi: “Ho parlato con De Laurentiis, faremo una buona stagione”

    Rafa Benítez

    Rafa Benitez parla alla vigilia della sfida che vedrà il Napoli impegnato in casa contro il Palermo di Iachini:

    “Ho parlato con De Laurentiis, faremo bene”.

     

    Il Napoli ha bisogno dei 3 punti contro il Palermo dopo aver rimediato la seconda sconfitta consecutiva in campionato a Udine. Il tecnico partenopeo, Rafa Benitez, ha analizzato il momento difficile della sua squadra intervenendo in conferenza stampa alla vigilia della sfida con i rosanero.

    “Ho parlato ieri con De Laurentiis, è tutto a posto. – ha assicurato – Entrambi abbiamo fiducia che la squadra farà una buona stagione. Siamo la squadra che tira più in porta in Serie A, quella che tira nello specchio più di tutte… A Udine non ho visto Rafael. Circolano già i nomi dei miei successori? C’era scetticismo anche a Valencia, dove poi ho vinto due titoli spagnoli e in Europa. La chiave è avere la squadra con la mentalità giusta e con fiducia nei propri giocatori”.

    Preoccupano tuttavia le amnesie difensive: “L’analisi è facile, – ha detto Benitez – se siamo la squadra che tira di più in serie A significa che dobbiamo essere più concreti. L’anno scorso subivamo 10 ripartenze, ora l’Udinese non ha fatto un tiro in porta. Certo, dobbiamo trovare l’equilibrio tra le due fasi con maggiore concretezza”.

    Lo spagnolo sfida poi i giornalisti in sala stampa sul concetto di turnover: “Cos’è un turnover? Quando si cambiano 3 giocatori, 4… Per qualcuno è tre, per altri 4. Schierando Insigne è un cambio? David Lopez è un cambio se Inler ha febbre?Bisogna prima stabilire cos’è un turnover. Dopo due-tre partite c’è bisogno di fare dei cambi, ci riuniamo con il nostro staff e scientificamente facciamo il punto sulle condizioni fisiche per schierare quelli al 100%. Se un giocatore è stanco, ma ha un grande livello e comunque starebbe al di sopra del livello di chi sta in panchina allora lo schieriamo”. 

    “Poi è chiaro, – ha aggiunto il tecnico spagnolo – se vinciamo va tutto bene, altrimenti no. Vincendo si allunga la rosa, il traguardo è vincere alla fine o stare più in alto possibile e per fare questo c’è bisogno di cambi, per mantenere alto il livello dell’intensità ed evitare infortuni. Senza giocatori infortunati sarà più facile o meno fare strada?”.

    Quindi sull’importanza di Hamsik per la squadra: “Marek ha fatto un inizio di stagione come l’inizio dell’anno scorso, non ha fatto goal ma ha giocato benissimo. Era un pò affaticato, era un rischio farlo giocare ad Udine, ma sono soddisfatto ed è importante per noi”.

    Benitez ha poi ribadito ancora una volta la fiducia nei suoi giocatori: “Sono arrabbiato perché abbiamo perso due partite consecutive ma sono convinto che la squadra sta bene e meritasse di più. Quindi sono tranquillo. Sento cosa si dice, ma non perdo la testa. Io devo essere ancora più tranquillo, ho letto anche di Jorginho quando lui non era disponibile. Io penso a lavorare su concretizzare di più, con tutta la mia passione e voglia di vincere”.

    In chiusura sulle critiche dei tifosi: “I tifosi non sanno quanto siano importanti per noi. – ha affermato Benitez – Permettono alla squadra di giocare con più fiducia e credo che sosterranno la squadra. Tutti insieme, spalla a spalla per andare avanti. Io sono un uomo di calcio, mi piacciono i numeri che possono rinforzare quello che io vedo ogni giorno. Dicono qualcosa, ma non sempre tutto”.

    grazie agli amici di goalitalia