Chi inventò l’Arbre magique

    Arbre magique

    L’alberello più diffuso nelle automobili di tutto il mondo fu inventato nel 1951 da Julius Sämann, un imprenditore svizzero emigrato a Watertown, New York, e appassionato degli aromi delle foreste canadesi, dove aveva vissuto per qualche tempo.

    Il suo nome originale era Little Trees e riuscì ad imporsi sul mercato grazie al cellophane che lo avvolgeva e alla cordicella che permetteva di appenderlo ovunque.

    FocusItaliaSettembre2015

    Prima dei Little Trees esistevano infatti altri prodotti che permettevano di profumare l’ambiente, ma erano oleosi e difficili da maneggiare.

    Il primo esemplare messo a punto da Sämann non raffigurava un albero, ma una pin-up.

    In seguito l’imprenditore decise di creare il famoso pino per motivi di utilità: grazie alle punte dei rami, infatti, il cellophane viene trattenuto attorno all’alberello,
    permettendogli di mantenere inalterato il suo aroma anche per sette settimane.