Champions League, Manchester City-Barcellona 1-2: Suarez show, che errore di Messi dal dischetto!

    Non basta la rete di Aguero nella ripresa, i blaugrana si impongono all’Etihad Stadium. Messi sbaglia anche un rigore nei minuti di recupero


     

    di Filippo Testini
    ROMA – Come un anno fa, il Barcellona si impone all’Ethiad Stadium contro il Manchester City, negli ottavi di finale di Champions League. I blaugrana si impongono infatti per 1-2 grazie alla doppietta di Suarez, la prima nella competizione europea di quest’anno, mettendo una parte di qualificazione al sicuro, anche in vista della sfida di ritorno del 18 marzo 2015. Non basta la rete di Aguero nella ripresa. Per gli uomini di Luis Enrique si tratta della 6ª vittoria in Champions, competizione nella quale è caduta solo il 30 settembre 2014 in casa del Paris Saint Germain (3-2). Terza sconfitta, invece, per i Citizens, già battuti da Bayern Monaco, 1-0 all’esordio, e CSKA Mosca (2-1 in casa). Continua la maledizione Barcellona per Manuel Pellegrini. L’attuale tecnico del Manchester City, infatti, colleziona la 17ª sconfitta in carriera contro i catalani. Precedentemente aveva raccolto anche 4 vittorie (tutte con il Villarreal) e 4 pareggi (3 con il Villareal ed una con il Malaga).
     
    DOPPIETTA SUAREZ – Nonostante un inizio aggressivo dei padroni di casa, che si rendono pericolosi con Aguero e Dzeko, è il Barcellona a passare in vantaggio. Suarez, dopo aver sfiorato il gol al 12’, batte Hart sugli sviluppi di un fallo laterale. Al 16’ l’ex Liverpool, alla prima partita in Inghilterra dopo l’addio ai Reds, vince un contrasto in area con Kompany ed infila con un potente diagonale sul secondo palo, da posizione defilata. Nonostante lo svantaggio, il Manchester City non si abbatte. Gli uomini di Pellegrini manovrano bene e al 21’ mettono paura a Ter Stegen; Aguero si libera sulla sinistra, crossa per Dzeko, ma il colpo di testa dell’attaccante termina di poco alto sulla traversa. L’azione dei padroni di casa serve da campanello d’allarme per il Barcellona, che riprende in mano il pallino del gioco. Le azioni pericolose passano tutte da Suarez, che al 26’ impegna Hart in uscita, battendolo poi per la seconda volta al 30’. Messi supera un paio di avversari al limite dell’area, per poi scaricare a sinistra su Jordi Alba. Il terzino spagnolo premia il movimento tra le linee dell’attaccante uruguaiano, che riceve il pallone e insacca in scivolata da dentro l’area piccola per il 2-0.

    QUASI TRIS BLAUGRANA – Il raddoppio blaugrana sembra tagliare definitivamente le gambe al Manchester City, che prima dello scadere dei primi 45 minuti rischia anche di subire il terzo gol; abile Hart in uscita su Messi, dopo che Neymar innesca l’argentino in area. L’ultimo brivido, però, arriva proprio allo scadere del primo tempo. Dani Alves recupera palla a centrocampo e si invola verso la porta avversaria, cercando di superare l’estremo difensore con un pallonetto da circa 16 metri. La palla supera Hart, ma impatta contro la traversa. Su quest’ultima azione, l’arbitro chiude la prima frazione di gioco.

    RIVALSA CITY – Nella ripresa il Manchester City parte subito in modo aggressivo. I padroni di casa si fanno pericolosi su calcio d’angolo con Fernando e poi con Dzeko. Al 49’ ci pensa poi Ter Stegen a salvare il risultato, respingendo sul tiro a botta sicura di Nasri da buona posizione. L’occasione clamorosa per i Citizens, però, arriva al 50’. Dzeko, sugli sviluppi di un corner, non sfrutta bene la sponda di Fernando; il colpo di testa è debole e poco angolato e Ter Stegen blocca facilmente il pallone. Gli uomini di Pellegrini tengono in mano il pallino del gioco, non riuscendo però a trovare il gol che accorcia le distanze, fino al 69’. Ottima azione corale del City, con Silva che di tacco libera Aguero e l’argentino batte Ter Stegen per l’1-2. Al 73’, però, i padroni di casa restano in 10; Clichy, già ammonito, colpisce Dani Alves e riceve il secondo cartellino giallo. Con l’uomo in più, il Barcellona sfrutta il suo palleggio per tenere in mano il pallino del gioco, mentre gli inglesi si chiudono in difesa. Al 93’ il Barcellona avrebbe l’occasione per chiudere i giochi, ma Messi fallisce clamorosamente un calcio di rigore. Il discorso qualificazione rimane aperto, si deciderà tutto nella gara di ritorno al Camp Nou.

    Fonte:CDS