CATERINA BALIVO: NAPOLI ORA TOCCA A NOI

CATERINA BALIVO: NAPOLI ORA TOCCA A NOI

Caterina Balivo ha una vita frenetica, ma se potesse fare la pigra tuttoil giorno, probabilmente starebbe con il figlio che cresce, magari al sole della sua terra. Napoli, la sua Napoli, la porta sempre con se, la insegna al figlio e segue la squadra di Sarri in maniera passionale:

[su_quote cite=”C.Balivo”] Quest’anno ci avevo sperato: Juve brava, siamo sportivi, ma quanto rosico… Serve una macumba Per lo scudetto. De Laurentiis non venda Higuain per Cavani ho pianto sei mesi… Il Napoli la mia seconda religione [/su_quote]

Caterina Balivo parla al Guerin sportivo:

Incontra il presidente Aurelio De Laurentiis: cosa gli chiede per il Napoli?
«Presidente, non venda Gonzalo Higuain, già per Cavani ho pianto 6 mesi!».

Deve convincere Higuain a restare: cosa gli dice?
«Ho già risposto prima e senza sapere questadomanda… Mi sembra chiaro»

Se dovesse dare un voto all’ultima stagione del Napoli?
«Direi 8. E pensare che potevo dargli 10… Che peccato».

Cosa serve per vincere lo scudetto?
«‘Na macumba!!!! Quanto ci ho sperato quest’anno. Continuavo a ripetere a mio marito che le ultime settimane di maggio sarei stata impegnata a Napoli. Figuriamoci, lui da romanista gufava…».

Le dicono di scegliere tra scudetto e Champions?
«Scudetto scudetto».

Tra Cavani e Higuain?
«Cavani».

Tra Maradona e…?
«Solo Maradona».

Il Napoli per lei è come…
«La mia seconda religione. Una fede».

Una napoletana a Milano: cosa ha portato dentro con sé?
«Il sole di Napoli e la voglia di parlare in napoletano»