Carpi-Napoli: 11 condierazioni

    Considerazioni animistiche e animalesche…

    11 considerazioni su Carpi-Napoli

    Di: CL10

    1) Negli occhi il risultato di un corto circuito che sbarra la strada ai pensieri di gioia del popolo azzurro.

    2) Fegato, stomaco, intestino. E’ una sofferenza questa fede a cui siamo avvinghiati. A Carpi l’ennesima prova di resistenza.

    3) Una soluzione c’è, ci sarebbe. Ci sarebbe o c’è? C’è, c’è… Ma è dolorosa. “Non è un indumento quello che tolgo oggi, ma pelle che lacero con le mie stesse mani”.

    4) Continuando… “Non è nemmeno un pensiero quello che lascio dietro di me, ma un cuore reso dolce dalla fame e dalla sete. Tuttavia non posso più rimanere”.

    5) Chi mi conosce sa come la penso su look, vestiti ecc. ecc. Tanto premesso, quella barba di Sarri non è ammissibile. Peggio degli idranti usati dal Carpi per perdere tempo.

    6) Se Jorginho sta bene, e dico Jorginho, perchè lasciarlo in panchina per dare spazio a Valdifiori, e dico Valdifiori. Tra Sacchi e Ciccio Romano, le bestemmie aumentano. Preghiamo!

    7) Dopo la bella prova contro la Lazio mi aspettavo intelligenza da parte del nostro allenatore. Invece ha voluto fare il filosofo, lo scienziato, il piccolo chimico. E il simpatico Ciak Castori è stato la perfetta cartina di tornasole di quel che è il Napoli.

    8) Lorenzo Insigne, Insigne Lorenzo e la fiera del tiro alla cieca. Irritante, presuntuoso, egoista. Lorenzì, ma quando cresci mentalmente?

    9) Callejon in stato di grazia preservato per la partita contro la Juve. Solo Higuain deve giocare sempre. Mistero della fede.

    10) Quindi Maradona tene nata vota ragione? Basterà battere la Juve per dire che Diego è stato il massimo come calciatore ma in qualità di opinionista non ne capisce molto. “Padre perdona loro perchè non sanno quel che dicono”.

    11) ‘A trupeaaaa… Pioveranno altri pallettoni dal cielo? Guardatevi la castagna.