Cannavaro ‘spodesta’ Benitez: “Io vice di Fabio al Napoli, che sogno”

     

    Paolo Cannavaro sogna la panchina del Napoli e rimarca: “Benitez non mi ha dato una vera chance, che bisogno c’era di cambiare tutto?”.


    Domenica scorsa Paolo Cannavaro ha affrontato il suo passato per la seconda volta da quando ha lasciato il Napoli, ma dentro di sè desidera trasformarlo in futuro. Magari in panchina, magari al fianco del fratello.

    A ‘Il Mattino’, l’ex capitano azzurro confida: “Tra due anni, quando finisco qui a Sassuolo, Fabio allenatore e io suo vice. Magari nel Napoli, visto che è un sogno. Tra di noi andiamo d’accordissimo, è un fenomeno anche in panca”.

    Sul rapporto con Benitez, Cannavaro rimarca: “Doveva darmi una possibilità vera per dimostrare il mio valore. Quelle che ho avuto non lo erano. Ma non ce l’ho nè con lui nè con De Laurentiis, al presidente devo tanto e lo ringrazio ancora. Le storie finiscono e alla fine accetti tutto. Solo ti chiedi il perché ma dopo tante volte che non trovi una risposta, decidi che è il caso di non domandartelo più”.

    Riguardo alla linea scelta dal club, lo stopper si mostra critico: “Tanti volti nuovi, persino troppi. Noi siamo arrivati secondi due anni fa. Mi chiedo: Cannavaro può anche andare via ma che esigenza c’è di cambiare tutto e tutti? I gruppi vincono con innesti di due o tre campioni ogni stagione. Invece a Napoli è stato cancellato un gruppo che aveva raggiunto risultati fantastici”.

    “Sognavo di chiudere la carriera nel Napoli, però non è stato possibile – prosegue – Le cose sono cambiate, tutto di un colpo. È stato come andare di nuovo via da casa, come quando da piccolo mi diedero al Parma”.

    Tra 5 mesi il Sassuolo si recherà al San Paolo… “Se ci penso sto già male, quel giorno spero tanto che ci sia Fabio a darmi una mano a tenere duro. Quella è la mia squadra, quella maglia è la mia pelle e ho inghiottito due volte le lacrime quando Hamsik mi ha regalato la sua. Proprio non riesco ad affrontarlo come se fosse un avversario, un rivale. Mi viene malinconia”.

    Sul tricolore ai partenopei, Cannavaro ci crede ancora: “Se si vede la classifica dello scorso anno, è una sfida impossibile. Ma il Napoli è una squadra piena di campioni,di esperienza e background. La delusione europea sarà smaltita presto,senza contraccolpi. Vedrete, io li conosco bene”. I tifosi se lo augurano.

    Goal.com