Calciomercato: Napoli, a gennaio mercato low cost

De Laurentiis- Benitez

Dopo un avvio di stagione stentato il campo ha in parte rivalutato il mercato estivo del Napoli, bocciato praticamente da tutti, ma questo non basta. Sarebbero serviti rinforzi in tempo per il playoff di Champions Leaguee non per il dopo quando ormai la frittata era stata fatta. Però gli acquisti del mercato estivo non si sono rivelati così disastrosi, anzi.

Di : G. Scotto il Roma, Cm.com

DA KOULIBALY A DAVID LOPEZ – Bene Koulibaly, e tra le note liete ha fatto vedere buone cose anche David Lopez. Anche Gargano è di fatto un altro nuovo acquisto, anche lui che si è dimostrato utile nel modulo diBenitez. Bene ha fatto anche De Guzman, che sembrava un po’ scomparso ma già si è rilanciato. Si aspetta Michu, che ha anche dei problemi fisici ma che è comunque ingiudicabile.

UN TERZINO E UN ESTERNO – Ci sarà tempo, ma intanto gennaio si avvicina: anche se forse è presto per parlare di mercato, i problemi in attacco (infortunio Insigne) e sulle fasce (infortunio Zuniga, Ghoulam in Coppa d’Africa e Maggio e Mesto in scadenza) stanno facendo nascere delle esigenze precise. Motivi pressanti per prendere subito giocatori di livello: in avanti bisogna mettere concorrenza a Mertens, e perché no, introdurre un nuovo titolare in attesa del ritorno di Insigne. Sulla fascia serve gente fresca, e possibilmente in grado di dare qualità.

MERCATO LOW COST – La sensazione è che anche questo inverno il club azzurro non farà grandi investimenti: per l’attacco si pensa ad un prestito, anche oneroso, mentre per la fascia l’identikit è quello del giocatore giovane e da lanciare, ma con uno stipendio contenuto. Con queste premesse è facile che gli azzurri possano ritrovarsi con un’altra “scommessa”. Non è sinonimo di giocatore non valido (vedi Koulibaly) ma è importante la qualità: un passo avanti anche rispetto a quanto fatto in estate per lanciare il Napoli nella lotta al vertice. Perché sognare non è certo una scommessa.