Bigon, punta il dito: “Non sono contro il Napoli e i suoi giocatori, ma Albiol andava espulso!”

Il Direttore sportivo dell’Hellas Verona, Riccardo Bigon, al termine della partita col Napoli ha parlato ai micorofonidi Sky Sport della sconfitta rimediata contro la sua ex squadra e lancia qualche accusa alla terna arbitrale:

Ringrazio i giocatori del Napoli che mi hanno salutato e oggi mi hanno fatto ricordare quanto sono bravi, anche se avrei preferito si prendessero una giornata di pausa. Questi ragazzi sono bravi e lo fanno vedere da anni, sono contento che continuano far bene.”

Sulla sconfitta

“Abbiamo perso perchè il Napoli è più forte e non c’è nulla da dire, ma se dobbiamo finire la stagione con questo atteggiamento arbitrale allora non ci stiamo. Bisogna avere rispetto per il Verona, la società e i tifosi. In una stagione con mille problemi, cerchiamo di onorare il campionato e la maglia, certe leggerezze dell’arbitro di oggi non ci stanno. Anche se non abbiamo perso per questo.”

Il caso

“Il goal nasce da un chiaro fallo su Gomez, magari perdiamo lo stesso, ma se c’è fallo di devi fischiare. La mancata espulsione di Albiol è clamorosa, immagino cosa sarebbe successo a Napoli se fosse stato espulso, dopo quanto accaduto ad Higuain. Albiol dà due pacche sulla spalla, pollice in su e batte le mani al guardalinee, magari perdiamo anche se restiamo in dieci, ma vogliamo giocarci tutte le partite nel rispetto di tutti. Ci tengo a chiarire che non siamo contro il Napoli e i suoi giocaori, ma Albiol andava espulso. Noi vogliamo fare il nostro lavoro al meglio, ma devono farlo anche gli arbitri, nelle prossime sei partite pretendiamo un atteggiamento diverso. Loro sono troppo più forti, e noi siamo in un momento difficile sia psicologico che tecnico.”