Bigon: le polemiche le fanno gli altri non noi i fatti di domenica sono chiari

Il direttore sportivo del club azzurro Riccardo Bigon parla delle strategie di mercato partenopeo: «Quello che serviva per sistemare la rosa è stato fatto con gli arrivi di Gabbiadini e Strinic, ma restiamo con le orecchie aperte»

NAPOLI – “Il Napoli non fa polemiche”. Il direttore sportivo del club azzurro Riccardo Bigon torna sul ko contro la Juve e ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli spiega: “Serve riportare equilibrio, sono tre stagioni che il Napoli non commenta  la classe arbitrale, è sotto gli occhi di tutti il nostro fair-play, il nostro allenatore ha un ottimo rapporto con gli arbitri. Si è trattato di una partita un po’ particolare, non si è voluto puntare il dito contro Tagliavento, anche perché sul gol incriminato di Caceres si è trattato di un fuorigioco, questo non vuol dire che l’atteggiamento di questo club sia avvicinabile a quello di una società che vuole fare polemiche”.  

«CON LA LAZIO PARTITA FONDAMENTALE» – “Contro la Lazio è una partita importantissima, difficile, tra due squadra forti ma c’è ancora tutto un girone da giocare. Il pranzo con l’asado? Ribadisce il piacere di stare insieme che c’è all’interno della squadra”. 

«ESORDIO STRINIC PROBABILE»- “L’esordio di Strinic è probabile, anche se ci sono eventuali alternative, abbiamo fatto una seduta personalizzata per lui martedì ma è una scelta che spetta al mister”.  

«MOMENTO CRUCIALE»- “Momento cruciale per la stagione del Napoli? Stiamo molto bene a livello atletico, i test sono buoni, fisicamente siamo tra i migliori in assoluto, abbiamo una rosa in forma, aspettiamo il rientro di Ghoulam dalla coppa d’Africa”.  

«INLER RESTA» – “Inler via? Si tratta di calciatori importanti che non stanno giocando con continuità, non è nostra intenzione privarci di loro, anche se alcuni club sarebbero interessati a lui”. 

«RINNOVI MAGGIO E MESTO PIU’ AVANTI» – “Rinnovi Maggio e Mesto? Abbiamo l’intesa con loro, ma affronteremo le questioni più avanti, chiuso il mercato”.  

«MERCATO, RESTIAMO CON LE ORECCHIE APERTE» – “Altri colpi azzurri? Quello che serviva per sistemare la rosa è stato fatto con gli arrivi di Gabbiadini e Strinic, ma restiamo con le orecchie aperte, anche se in questo momento non c’è niente di aperto. Darmian è un calciatore giovane e interessante ma al momento è di un altro club. Lucas Leiva, Pazzini, Donati, Destro e Camacho? Non ho la sfera di cristallo, per il momento non siamo interessati ma in futuro mai dire mai. Brozovic del Zagabria? E’ un giocatore interessante ma non c’è alcuna trattativa in corso”, conclude Bigon. 

Corrsport