Bigon: “ho inventato un software, dal quale sono usciti Mertens e Callejon, Vargas il mio Flop piu’ grande..”

BIGON 3.O «MI RIMETTO IN GIOCO»

L’ex DS del Napoli ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport.

Riccardo Bigon ha aggiunto una scelta molto delicata: l’addio al Napoli. Dopo Reggio Calabria e sei anni in azzurro, ora il Bigon 3.0. E si riparte da Verona:

Dal Napoli al Verona, un passo indietro?
«Assolutamente no, altrimenti non l’avrei fatto. Ho firmato per 3 anni e credo nella crescita sia del club sia personale ».

Quando ha deciso di lasciare Napoli?
«Tra febbraio e marzo ho fatto un bilancio e pensato che era il momento di prendere una strada nuova.
Quando sono arrivato il Napoli era 141° nel ranking Uefa, ora è al 20° posto, il valore della rosa è salito da 100 a 250 milioni, 6 qualificazioni di fila in Europa e titoli: merito di tutti, sia chiaro.

L’ultimo anno? C’era un’aspettativa iniziale troppo elevata e in una stagione considerata negativa abbiamo vinto la Supercoppa Italiana e raggiunto le semifinali di Europa League e Coppa Italia».

Software
« A Napoli con i miei collaboratori (Micheli, Mantovani e Zunino, che lo hanno seguito anche a Verona, ndr) abbiamo creato un software che dà in pochissimo tempo i profili adatti alle necessità del tecnico.
Le faccio un esempio. Londra, prima riunione tecnica con Benitez: ci diede delle indicazioni sul tipo di giocatore che cercava e il pomeriggio stesso puntammo su Mertens e Callejon».

In Coppa America il cileno Vargas è una stella. Flop al Napoli, fenomeno all’estero?

«Colpa mia. E’ arrivato in Italia nel momento sbagliato, quando non c’erano le condizioni per dare il meglio.

E la falsa partenza ha condizionato anche i giudizi: lo pagai 11 milioni, ora ne vale molti di più».

Ricordi napoletani?
«Il sole, il mare e l’affetto della gente: l’addio in sede tra le lacrime non lo dimenticherò. Il traffico non mi manchera».

Qualche colpo?

«Nel 2010 cercai di prendere Bale quando faceva panchina al Tottenham.
Cavani preso per 17 milioni e rivenduto a 62 è stata una bella operazione. Anche Fernandez pagato 2 e venduto a 10».